.
Annunci online

melamelinda
Rimini ti amo!
3 marzo 2006
Sanremo 2006 - terza serata

"ma ti piace proprio fare la maestrina dando tutti i votini? Ma chi ti ha chiesto di darli? Mi fai una pena!" questo è un commento di pantelleria e sinceramente a me non m'importa niente che si dica questo di me. Maestrina? Bhé... andate un po' dai giornalisti della Gazzetta dello Sport che ogni volta dopo la partita danno i voti ai calciatori e trattateli di maestrini e vediamo cosa vi dicono. Io l'ho già detto, per me Sanremo è una passione e questo è un modo per esercitarmi nel giornalismo. Sogno di poter fare un mestiere che amo da grande: la cantate (partendo proprio da Sanremo) o la giornalista... se inseguire i propri sogni è una cosa penosa vi lascio commentare. Dopo questo piccolo sassolino tolto dalla scarpa, fatto perché non c'era il link e di cercare il suo blog per regalargli una visita non m'andava tanto, torno al mio racconto delle serate sanremesi.

Apre la terza serata Pieraccioni, grande amico di Panariello, che in qualche modo viene in suo aiuto per cercare di tirar un po' sù le sorti del Festival. Posa sul palco un mazzo di fiori (verdi??) e fa la sua prima battuta dicendo che questo palco gli sembrava "marmo di Carrara". Il suo monologo iniziale è esilarante e la principale vittima è Anna Oxa. Segue lo sketch con Cateno, il suo fratello un po' goffo e timido che sogna d'incontrare Ilary Blasi. Quando se ne vanno, Ilary Blasi rimane sola sul palco a presentare la prima cantante. Panariello tiene un po' sulle spine il pubblico o almeno era quella l'inteznzione, ma più tardi si rifarà vivo.
Simona Bencini ha un look che amo e comincia a piacermi anche la sua Tempesta.
Ma perché non parlare di Vanessa Hessler, la modella italo-americana, nata il 21 gennaio 1988?
I Nomadi ricantano la loro canzone, il cantante mette di nuovo la sua giacca-kimono nera, tanto che Panariello ci scherza sù chiamandola giacca da Gheisha. Gruppo storico che ha molto successo in Italia... se lo merita tutto!
Gli abiti della serata sono firmati Gonfranco Ferré. A Marta Cecchetto spetta la stessa sorpresa che era toccata ad Ilary martedì: accanto al direttore della Rai Del Noce c'è Luca Toni il suo fidanzato (da più di 8 anni!). Lui ha stampato sul viso un sorriso a mille denti vedendola, mentre lei il massimo del entusiasmo dice: "Ah. Ciao".
Il 6 e 1/2 che avevo dato l'altra sera ad Alex Britti è un po' severo, ma ci vorrà ancora un po' di tempo... forse la sua canzone un giorno mi piacerà. Durante la sua esibizione, per un attimo vengono inquadrate le violiniste, che nei capelli hanno uno splendido cerchietto brilluccicante.
C'era un programma su Mtv, di cui non ricordo il nome, dove si vedevano dei pupazzeti di pongo all'immagine di personaggi famosi, che combattevano sul ring. Chissà cosa darebbe l'incotro John Cena vs Pippo Baudo? Questo è quello che è stato proprosto ieri sera, ma ci vuol poco per far mettere giù la maschera a Panariello. Come John Travolta (il padre si chiama Salvatore Travolta), anche John Cena ha origini italiane (padre italiano del sud, madre italo-francese) e mi sorge una domanda: ma gli italiani all'estero, la lingua di Dante, non la insegnano più ai loro figli? Comunque è stato abbastanza simpatico.
Per Spagna non ho niente di particolare da dire.
Li ho scoperti un po' tardi, ma gli Zera Assoluto mi piacciono, ma sono rimasta stupita del verdetto finale...
Ad un certo punto Panariello presenta una cantante, Assunta DeSenis, già ero nel panico perché non sapevo chi fosse, quando spunta fuori Carlo Verdone. Ovviamente viene al Festival con il suo pupillo Silvio Muccino. Ora lui fa con Silvio quello che Alberto Sordi fece con lui.
Non metto in dubbio le doti canore di Michele Zarrillo, ma sono troppo abituata ai suoi vecchi successi e non riesco ad abituarmi al suo Alfabeto degli amanti.
DolceNera indossa una cravatta rossa che mi piace tanto, sotto la maglia rossa ha una maglietta verde-grigio militare con un colletto alto: sarabbe stato meglio una camicia di quel colore, senza la maglia rossa. Canta meglio senza troppo esagerare con la voce rauca.
Boom! Quando Noa, Carlo Fava e i Solis String Quartet stanno per cominciare la loro canzone si sente uno scoppio. Dopo 13 anni vorrei parlare anch'io l'israeliano come lei parla l'italiano! Brava e voce stupenda. Viene a piedi scalzi e quando Panariello le dice che ha delle calzature belle, lei rospnde come un "Dio desiner".
Ultimo Big della serata a cantare, Luca Dirisio ha una canzone molto carina, troppo carina per essere una lettera d'addio alla propria amata. Mi piace il suo look giacca, cravatta e jeans.

Arrivano i Giovani che ieri sera mi sono piaciuti meno dei primi sei di martedì.

L'Aura: Irraggiungibile - "caricato" il pianoforte comincia la sua esibizione, lo definirei "canto sillabico", ma poi mi è venuto il dubbio che fosse balbuziente. Il ritornello è carino, sbaglio o ha un tic agli occhi?
6 e 1/2

Riccardo Maffoni
: Sole negli occhi - l'inizio con la chitarra è carino, ma ho l'impressione che la sua voce somigli già a quella di un altro cantante
6 e 1/2

Ameba4
: Rido... forse mi sbaglio - il testo della loro canzone è breve, a mezzanotte la voce del cantante è leggermente soporifera, ma la batteria nel ritornello risveglia gli animi. "Rido di tutto, non voglio capire" questo verso mi rappresenta abbastanza bene. Magari avranno successo, ma per ora per me è un
6 e 1/2

Arrivano "le medaglie" delle Olimpiadi di Torino, un lungo applauso ed una standing ovation meritata. Gli sport che praticano questi ragazzi sono chiamati "minori" e non lo trovo giusto, io adoro il calcio, ma vorrei più spazio per questi sport (almeno quand'è stagione!). Curioso l'italiano di Armin Zoeggeler, diciamo che è italiano quanto mia madre (scherzo).

Ivan Segreto:  Con un gesto - mi è sembrato di capire che ha fatto qualche canzone si successo, purtroppo è la prima volta che lo sento. A proprio dei bei occhi, ha una voce niente male, ma ammetto che non ho capito niente del testo della canzone
6 e 1/2

Andrea Ori
: Nel tuo mare - ha una voce particolare (tipo quella del cantante degli Stadio)
6 e 1/2

Con un abito lungo d'orato bellissimo, ecco sul palco Maria Grazia Cucinotta che pubblicizza il film "All the invisible children", ve lo consiglio, anche perché sono sempre per gli scopi benefici. Per me che amo i bambini, le immagini che ho visto sono tristissime.

Tiziano Orecchio: Preda innocente - bellino l'orsacchiotto portafortuna datogli dalla fidanzata, l'inizio della canzone è bassissimo (io non ce la farei ad arrivare così basso), dei Giovani della serata è stata la più bella canzone
6 e 1/2 - 7

L'ultimo ospite è Shakira, ma mi chiedo come mai con l'orchestra di Sanremo lì, tutti gli ospiti cantanti cantino in playback. Complimenti per la sua associazione benefica "Piedes Scalzos" (qui non sono sicura del nome... è Panariello che lo pronuncia!), ma non mi piace che Shakira dica che è timida, che si vergogna quando la madre guarda i suoi video clip e poi si muove come fa proprio nei video. Allora se continua a ballare così, non dica certe castronerie.

Gli eliminati della terza serata sono Luca Dirisio, Spagna, il gruppo di Noa (pensavo avrebbero eliminato gli Zero Assoluto!), Andrea Ori, Ivan Segreto e gli Ameba4.
Trovo triste che alla fine, nel backstage, si vedano subito gli artisti qualificati senza un minimo di suspence, perché gli eliminati sono già via! Complimenti a Mario Venuti ed a Spagna che invece sono rimasti a prendere l'ultimo applauso.
La terza serata finisce sempre più tardi (si sono fatte le 1:30), ma almeno il pubblico in sala è stato più partecipe.




permalink | inviato da il 3/3/2006 alle 12:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte

Grafica by Gemelle_Glitter/



IL CANNOCCHIALE