.
Annunci online

melamelinda
Rimini ti amo!
musica
5 agosto 2012
Youtube and covers: a cappella

Delle mie cover sinceramente penso ce ne siano solo tre o quattro valide, che di solito sono quelle dove ho lavorato di più. Tra queste c'è ne una della quale sono abbastanza fiera, poiché è l'unica dove ho fatto tutto da sola (quindi senza rubacchiare qualche base già pronta e spesso non addatta alla mia tonalità).

E' una versione a cappella di Pumped Up Kicks dei Foster the People - http://youtu.be/TJ7oOtM3n90




permalink | inviato da melamelinda il 5/8/2012 alle 13:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
musica
28 luglio 2012
Youtube and covers: cosa ne pensate?

Da circa un anno faccio delle cover su Youtube, solo per divertimento e per pensare a qualcosa completamente diverso da quello che vivo quotidianamente (università, problemi in famiglia,...).

Voi cosa dei "youtuber"?

http://youtu.be/CA86mVfB3yw  Questa non è la mia cover più vista, ma è quella alla quale sono più affezionata (perché è stata la primissima) =)


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. youtube cover musica Melinda Conte

permalink | inviato da melamelinda il 28/7/2012 alle 11:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
2 marzo 2008
58° Festival di Sanremo: quinta serata (finale campioni)

sanremo_ponce_dotonno31

Scenografia a tela di ragno (ma quando si parlava di cambiamenti ogni serata, pensavo a qualcosina in piu'). All'inizio della serata Pippo Baudo esprime solidarietà alle famiglie dei lavoratori morti sul lavoro, una piaga tremenda che l'Italia deve assolutamente risolvere. Poi si torna ad un'atmosfera piu' festiva e dopo un primo collegamento con la sala stampa si esibiscono i vincitori della categoria giovani, i Sonohra (in mezzo a tanti temi sociali, finisce per vincere una canzone semplicemente sull'amore). La giuria di "qualità" è composta da: Gianpiero Mughini, Gloria Guida, Gianni Boncompagni, Eleonora Abbagnato, Giancarlo Magali, Tiziana Ferriario, Fabrizio Frizzi, Martina Colombari, Emilio Fede e Mariolina Simone.

Come nella prima serata del Festival, il primo ad esibirsi è Paolo Meneguzzi. La Canzone è meglio cantata cosi da solo, ma "Musica" dell'ano scorso era piu' bella. Voto giuria 73
E se la canzone di Gianluca Grignani fosse cantata da Zucchero? 81
Mia madre dice che Little Tony ha successo in Germania, la prima volta che sali sul palco dell'Ariston aveva 20anni e cantava in coppia con Adriano Celentano "24000 baci". 81
Ma Toto Cutugno ha davvero venduto 100 milioni di dischi nella sua carriera? Comunque, ringrazia l'orchestra invitadoli tutti a mangiare insieme a Milano (tanto paga lui). 84
Stasera è vestita abbastanza bene (tranne le scarpe che sono semplicemente orrende!). 77
Parla troppo, riffiana al massimo, quando riceve il premio a fine serata dice "ti amo" a Gigi d'Alessio ed il pubblico la fischia. Quando entra in scena, regala un paio di scarpine da bimbo a Piero Chiambretti. 81

Per promuovere il suo nuovo film, Grande, Grosso e Verdone, Carlo Verdone torna per uno sketch con Claudia Gerini (compagna di Federico Zampaglione). Lei canta, lui suona la batteria e ricordano che il film esco il 7 marzo.

Si dice che Amedeo Minghi commetta un abuso di condizionale nelle sue canzoni (ei, ai,...), infatti qualche anno fa mi ricordo che Neri Marcoré ne faceva un'imitazione spassosa a Mai dire gol. 78
Bianca Guaccero
sfila con gli abiti di Versace ed Andrea Osvàrt con quelli di Armani.
Quando canta Mario Venuti, viene ripreso con un primo piano che risalta una vena che sta per scoppiargli nella testa. 73
Arriva la mia canzone preferita per quanto riguarda la categoria Big, Gio' di Tonno e Lola Ponce, lei gioca "in casa" (il bisnonno era Ligure) e saluta gli italiani che stanno in Argentina. Mariolina Simone dice che la canzone è destinata a "Nascere e morire" sul palco dell'Ariston (un colpo al cuore per me!!!). 88
"Una rosa blu" è una delle ultime canzoni di Michele Zarrillo che mi sono piaciute. 77
Non è stato molto fine da parte di Piero Chiambretti accogliere Fabrizio Moro parlando della sua gastrite. Buffo, ma vero, non conosce il suo codice per il televoto. La giuria gli da un voto che non mi aspettavo: 94
Pippo Baudo
chiede d'improvvisare un pezzo della loro canzone con solo la chitarra, ma i Tiromancino schivano la proposta (a ragione). 84
Il suo album si chiama Deprimomaggio, chissà se si sentiva un po' depresso quando si è beccato un 4 da Gianni Boncompagni. Polemizza anche con Mighini e tira fuori un cartello con scritto "Storia di un impiegato" dicendo che c'è già che ha fatto la rivoluzione. 78

La Siae (Società italiana degli autori ed editori) da il Premio alla creatività a Raimondo Vianello e Sandra Mondaini, che gli vale una standing ovation. Sono tanti anni che non li vedevo in televisione ed ora li vedo molto invecchiati, comunque sono ancora simpatici (e per favore, non prendeteli in giro, saremo cosi anche noi un giorno).

La canzone dei Finley la voglio sentire tutta in inglese una volta. 75

Stendiamo un velo pietoso sulla "Casa Bianca" (mi sono già espressa abbastanza) e passiamo all'apparizione di Lucilla Agresti e di Elio e le Storie Tese, forse i pochi che si salvano da questo Festival. Loro cantano "Il barbiere di Seviglia" di Gioacchino Rossini ^_^

C'è un pezzo nella canzone di Mietta che mi ricorda un duetto di Anastacia (sbaglio?). 87
Grazie al duetto di giovedi sera, la canzone di Max Gazzèora mi piace di piu'. 91
La prima volta che ando' al Festival, mi ricordo che tutti i cantanti dicevano una parola, una trovata delle Iene credo, alla quale partecipo' appunto pure Sergio Cammariere, vi ricordate che parola era? Comunque è il cantante che riceve piu' applausi di tutti. 97
Non sapevo che fosse un ingeniere nucleare. E' meglio la vesrione originale della canzone di Eugenio Bennato che quella del duetto. "Viva il calcio giocato, la musica cantata", potrebbe diventare il mio motto di vita ^_^ 93
Anche lui, come nella prima serata, si riesibisce per ultimo e "ringrazia" con "Stronzi" detto nel microfono un secondo prima di cantare. Scommetto che si sarà consoltato ricevendo il Premio della critica Mia Martini. 90

Questa la classifica finale a partire del 10° posto (tutti gli altri 11° a pari merito):
10° posto: Eugenio Bennato
9° posto: Little Tony
8° posto: Gianluca Grignani
7° posto: Sergio Cammariere
6° posto: Paolo Meneguzzi
5° posto: Finley
4° posto: Toto Cutugno (non piu' "eterno secondo")
3° posto: Fabrizio Moro "Eppure mi hai cambiato la vita"
2° posto: Anna Tatangelo "Il mio amico"
1° posto: Gio' di Tonno e Lola Ponce "Colpo di fulmeine"

vincitori_sanremo

Conclusione: Sono tre anni che faccio la recensione di tutto il Festival di Sanremo e su tre Festival ho azzeccato due vincitori (Gio' di Tonno e Lola Ponce e Povia). Stavo pensando di smettere, ma visto questo fatto mi sa che continuero' ^_^




permalink | inviato da melamelinda il 2/3/2008 alle 11:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
1 marzo 2008
58° Festival di Sanremo: quarta serata (finale giovani)

sanremo_sonohra1

E' la prima volta in tanti anni che mi perdo un pezzo di Festival, infatti ieri sera lo stavo guardando su internet con Zatoo, quando mio padre ha telefonato a mio fratello e la connessione è saltata. Sull'inizio della serata posso solo dire che la sigla è la stessa della prima puntata, vengono presentati i giovani finalisti ed i superospiti. La giuria di "qualità" è composta da: Nicolas Vaporidis (attore), Sarah Felderbaum (attrice, speeker radiofonica), Claudio Cecchetto (talent scout,...), Alessia Filippi (campionessa di nuoto) e Federico Moccia (scrittore). Una cosa curiosa è il fatto che viene specificato che i voti vanno dal 4 al 10... vabbé.

Aprono la finale i Sonohra, andando a curiosare nei vari blog ho notato parecchi consensi nei loro confronti, spero che esca un bel videoclip della canzone. 8 + (voto della giuria: 7+7+10+9+9= 42)

Il primo superospite è Giorgia, secondo me la piu' bella voce d'Italia, accenna "E poi", per poi esibirsi in un trittico. "The man I love", "Se stasera sono qui" ed il suo ultimo singolo "La la song".
Dopo di lei arriva Jovanotti accompagnato da Ben Harper (sostenitore di Obama) che suonava uno strano stumento, una specie di chitarra del 1920. Il pezzo che Harper canta in iglese piace moltissimo a mio padre. Anche Jovanotti canta il suo ultimo singolo e ricorda che quest'anno festeggia i 20anni di discografia, soprattutto dal momento che c'è il suo scopritore Cecchetto (Jovanotti è il padrino di suo figlio Jodi che è li in sala e che saluta).
Qualche clip per ricordare i campioni e Fiorella Mannoia puo' cominciare la sua esibizione: "Sally" di Vasco Rossi, gli viene consegnato il doppio disco di platino per l'album Canzoni nel tempo, la bellissima "Quello che le donne non dicono" e "Io che amo solo te" di Sergio Endrigo.

Ricomincia la gara con Ariel, ho sentito la sua canzone alla radio ed è piu' bella che cantata dal vivo. 7 (8+6+8+7+8= 37)

Alle 23:00 comincia la seconda parte e nel salotto di Pippo Baudo compare Leona Lewis, vincitrice di un'edizione Xfactor in Inghilterra (dubito che dalla versione italiana che comincia l'11 marzo su Raidue venga fuori qualcuno cosi). Come l'aveva fatto Yael Naim l'altra sera, anche lei canta dal vivo la sua "Bleeding love". Seguono altre clip sui campioni.

E' il turno del giovane Iacopo Troiani (ha vinto il Festival di Castrocaro nel 2006), vestito bene per essere un adolescente. Diventerà famoso? 7 (10+8+10+8+8= 44).

Altre clip dei campioni e spazio per i Children Tappers, un gruppo di 50 bambini che ballano il tip tap, sono italiani (Roma e dintorni), ma sinceramente ne avrei fatto a meno.

Poche donne al Festival, almeno da SanremoLab arriva Giua, ma la sua voce non mi entusiasma, l'ultima volta pensavo fosse colpa dell'ora, ma non vado oltre il 6 e 1/2 (8+6+8+7+7= 36)
Le teste selvagge, cioé i Frank Head, incuriosiscono tutti, sono buffi con i loro versi tipo "ciripiri cha cha". 8 (10+9+10+7+8= 44)

L'esibizione di Gianni Morandi è anticipata da qualche clip sui campioni, è stato lui ad aprire la prima serata del Festival e stasera canta una canzone che non conosco, "Che sarà" e "Uno su mille". Gli abiti di Bianca Guaccero sono di Cavalli, mentre quelli di Andrea Osvàrt sono di Ferretti.

Laureato, scrittore, Valerio Sanzotta è al Festival solo per l'amore per l'arte e non per vincere, anche se devo dire che la sua canzone mi fa pensare allo zio Tom. 6 e 1/2 o 7 (9+8+9+8+9= 43)
Un ballo per ricordare le origini ungheresi della Osvàrt (00:25!) e possono esibirsi La Scelta, la mia canzone preferita del Festival di quest'anno e a quanto pare è lo stesso per la giuria. 9 (10+9+10+9+10= 48)

Arrivano i Pooh (Dodi Battaglia sarà deluso per l'eliminazione del figlio Daniele?), quarant'anni di carriera che vengono ricordati da "Amici per sempre", "Pensiero", "Tanta voglia di lei", "Chi fermerà la musica",..., "Uomini soli" e il "nuovo" singolo "La casa del sole".

Ultimi giovani ad esibirsi, i Milagro, duetto con delle voci dolci, forse troppo (mia madre dice che la seconda non la sente proprio, io pero' si). 7 (9+9+9+9+9= 45)

Nicola Piovani riceve il Premio della città di Sanremo (ha da poco vinto l'Oscar) e suona al pianoforte la celebre canzone de La vita è bella e "Quanto t'ho amato" che gli valgono una meritata standing ovation.
Un collegamento con la sala stampa, un altro con il DopoFestival e compaioni sul palco Loredana Bertè ed Ivana Spagna. Un altra occasione per far sentire la sua canzone (plagio), ma poi arriva un momento speciale per lei: il Premio della critica si chiama Mia Martini perché l'aveva vinto nel '82, ma per motivi noti non era mai stato ritirato, allora viene consegnato alla Bertè, la quale scoppia in un pianto liberatorio (non l'ho mai vista cosi) e riceve pure un premio speciale.
Per quanto riguarda la categoria giovani, il Premio della critica Mia Martini va ai Frank Head, mentre Ariel vince il Priemio della sala stampa e tv. Questo il podio:

3° posto: Iacopo Troiani "Ho bisogno di sentriti dire ti voglio bene"

2° posto: La Scelta "Il nostro tempo"

1° posto: Sonohra "L'amore"




permalink | inviato da melamelinda il 1/3/2008 alle 14:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
29 febbraio 2008
58° Festival di Sanremo: terza serata (duetti)

 

Serata lunghissima quella dei duetti, finita alle 01:10! Ora capisco perché gli ascolti calano: già gli unici che guardano il Festival hanno una certà età e di questi chi è ancora in piedi a quell'ora??? Ho notato che anche l'interesse generale è calato, infatti, guardando i miei post del Festival degli anni scorsi, c'erano sempre tra gli 8 e 14 commenti. L'unica cosa che ha smosso gli interessi è stato il caso Bertè. Un plagio, piu' un caso umano, uguale squalifica, ma con esibizione assicurata. Cosi ha ancora la possibilità di mostrare il suo duetto con Ivana Spagna (che indossa un vestito disegnato dalla amica cantante). Lei si esibisce con le mani ammanettate.

In questa serata (fino alla fine del Festival) si apre il televoto, 164777 dal telefono fisso e 48444 + codice per gli SMS. Il risultato varrà per il 30% della classifica finale, il 50% sarà decretato dalla giuria demoscopica (ogni sera 1000 persone) ed il restante 20% dalla giuria di "qualità".

Dal Messico arriva l'ospite dei Finley, una giovane ragazza di nome Belinda, che sinceramente non aggiunge molto alla canzone, anzi, ad un certo punto sembra quasi che il microfono sia spento. Pero' è bello sentire un pezzo della canzone in inglese (è un'idea di Cecchetto?). 8
Nessun cambiamento alla canzone di Tricarico, ma si aggiunge un piccolo intervento scenico del Mago Forest. A casa mia c'è chi dice plagio, forse in Italia non se n'è accorto nessuno, perché si tratterebbe (secondo loro) di una vecchia canzone francese. 7
I Neri Per Caso vincono nella sezione giovani nel 1995 con "Le ragazze", ma stasera si esibicono con Mietta ed io adoro il cabto a cappella in generale. 7
Alle percussioni Marina Rei e alla chitarra Paola Turci accompagnano Max Gazzè. Quello che posso dire è che sono stati un tourné insieme (si sente la sintonia) e che insistono a dire che la canzone ha 6 tonalità dierse. La canzone migliora nettamente con il trio. 7 e 1/2
Hanno entrambi lavorato con Vasco Rossi: Gaetano Curredi degli Stadio ha scritto delle sue canzoni e Fabrizio Moro ha aperto dei suoi concerti. Cantata da Vasco varrebbe un 10, ma cosi non vado oltre il 7 e 1/2
Non so se il nome è giusto, Gal Costa, regina della samba e della basanova (?), duetta con Sergio Cammariere ed ottengono un misto di jazz e musica brasiliana. Mi piace. 7
Ha vinto l'anno scorso con "Ti regalero' una rosa" e torna per accompagnare Frankie Hi-Nrg MC. Simone Cristicchi nel frattempo è diventato papà, stasera i due cantanti si alternano tra chi canta e chi gioca a scacchi. 7 e 1/2

Il primo ospite internazionale è un bambino prodigio, si chiama Marc Yu, è cinese (pero americano) ed a soli 9 anni suona il pianoforte divinamente. La personificazione della buona educazione, dice pure in italiano "Buonasera, sono felicissimo di essere qui con voi questa sera".

Ritorna sul palco dell'Ariston Stefano Di Battista con il suo sassofono per accompagnare i Tiromancino che per loro disgrazia hanno il codice 17. 7
Mi dispiace per la canzone di Eugenio Bennato, che canta con Pietra Montecorvino, ma la voce di lei è troppo "aggressiva" per i miei gusti, con loro c'è un rapper arabo, ma sono scomparse le coriste. 6 e 1/2
Dopo un piccolo scambio Pippo Baudo - Daniele Piombi e quattro miniclip dei giovani, Mario Venuti puo' esibirsi con i Denovo (erano un gruppo negli anni '80, ma si sono separati nei '90). Ho risentito la canzone alla radio. 7
Rezophinic
è un progetto rock al quale partecipano oltre 100 artisti, offrono acqua pulita, ma non so dire altro. Alcuni di loro accompagnano L'Aura stasera. 7 e 1/2

Sono sorpresa, non sapevo che Yael Naim è sconosciuta in Italia, qui sono ormai mesi che la sua "New soul" impazza in tv e nelle radio. E' una cantante franco-israeliana, canta in francese, inglese ed ebraico e raccontando la sua storia dice d'aver fatto due anni di servizio milirate in Israele (per sua fortuna nel orchestra del esercito), perché pbbligatorio.

Accompagnato dai Nomadi, Gianluca Grignani migliora la sua canzone, mi piace l'accompagnamento con la seconda voce. 7
Sono convinta che con una bella voce non c'è bisogno di mostrare sempre le tette, Anna Tatangelo lo fa e non mi piace. Gigi d'Alessio è in prima fila ed assapora la sua canzone interpretata da Michael Bolton, che sinceramente è piu' intensa con lui. 7 e 1/2
Dopo un balletto delle vallette (che si poteva evitare visto la lunghezza del programma), è il turno di Paolo Meneguzzi in compagnia del cantante degli Spandout Ballet (ammetto che non so se si scrive cosi) Tony Harley e mi fa ridere quel "Grendi" al posto di "Grande". 7 e 1/2

Ci si collega con il DopoFestival ed Elio e le Storie Tese accennano "Rock'n'roll robot".

L'unione tra la Gipsy King Family e la "Ciacci Family" di Little Tony riesce a dare qualcosa di buono, la canzone in versione gitana è molto piu' bella. Chiambretti si infila nella confusione e due ballerine ballano il flamenco. 7 e 1/2
Purtroppo non ho sentito il nome delle due musiciste che accompagnano Amedeo Minghi all'arpa celtica edal pianoforte (qui a casa si litiga). 6 e 1/2
Altri ballerini di flamenco, ma questi risvegliano tutte le donne dell'Ariston, non cambiano la canzone di Gio' Di Tonno e Lola Ponce, ma fanno un BELL'effetto. 8 e 1/2

Chi mi conosce lo sa che di solito non mi abbasso cosi, pero' un bel VAFFANCULO se lo meritano, non ci si puo' collegare con quella cazzo di "Casa Bianca" alle 00:45!!!

Michele Zarrillo si esibisce con Paola e Chiara (che hanno delle camicie con delle spalline a dir poco orrende), il suo duetto con Tiziano Ferro due anni fa mi era piaciuto, ma in questo duetto non c'è niente di nuovo. 7
Ultimi cantanti ad esibirsi sono Toto Cutugno con Annalisa Minetti (non si è rifatta, è diventata mamma da poco). Sinceramente lei puo' fare di meglio. 6 1/2 o 7
La serata finisce con la ripetizone dei codici.




permalink | inviato da melamelinda il 29/2/2008 alle 18:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
27 febbraio 2008
58° Festival di Sanremo: seconda serata

 

La scenografia è leggermente cambiata, intanto qualche note ci ricorda "La forza della vita", "E se domani", "Le colline sono in fiore", "Romantica" e "...perché Sanremo è Sanremo!". Pippo Baudo stasera arriva subito e quando saluta gli italiani all'estero tramite Rai International, scatta un grande GRAZIE!! (almeno da casa mia, qui in Svizzera). Piero Chiambretti lo raggiunge in "compagni" di tanti "Rex", i cani scappano quando vedono Baudo recitare.

Facendo due conti, Mario Venuti ha partecipato cinque volte al Festival (questo è il 3° da solista, una volta con il suo gruppo e due volte come autore, di Antonella Ruggero e Carmen Consoli) e davanti ad uno sfondo arcobaleno canta "A ferro e fuoco", c'è ritmo e puo' diventare un successo. 7 e 1/2

Tornano Aldo Ramonez, Pulce & Poiana con lo spot della wind. Subito dopo viene presentata la seconda Prima Donna del Festival, la mora e pugliese Bianca Guaccero (vedi nella foto il primo abito). Il playback è dovuto al calo di voce o al balletto?

Il codino di Amedeo Minghi non c'è piu', la sua "Cammina cammina" ricorda vagamente la musica di un film. Non mi piace la velocità delle parole, sembra quasi che voglia fare uno scioglilingua. 6 e 1/2
Primo cambio d'abito per la valletta (giallo) e dopo arrivano i primi giovani della serata. "Il nostro tempo" de La Scelta mi lascia entusiasta! Un sapore multietnico, percussioni, un carino d'energia ed una "gheisha violinista". La presenza scenica è perfetta. 8
Pippo Baudo firma un patto con gli italiani, mostra cinque clip con i campioni del giorno prima e lascia il posto a Gio' di Tonno e Lola Ponce. Non sono imparziale e chiedo scusa, ma sono i begnamini di Notre Dame de Paris. "Colpo di fulmine" è scritta da Gianna Nannini e si sente l'origine del musical. Di certo chi ha cantato all'Arena di Verona non puo' avere paura dell'Ariston, l'unica pecca è il fatto che recitano un po' troppo. 8
Due fratelli, i Sonohra cantano "L'amore", scherzando mi fanno pensare alla versione maschile di Paola e Chiara, ma la canzone è bella, mi piacciono la melodia ed il ritmo... quasi 8
Non mi piace chi butta li un po' d'inglese, mi sa di chi se la tira ed è quello che succede in "Cammina nel sole" di Gianluca Grignani. Un lento rock, ma qualcosa mi sfugge. 7
Con i suoi 17 anni, Jacopo Troiani è il piu' giovane del Festival 2008, canta "Ho bisogno di sentormi dire ti voglio bene", mia madre dice che ha una bella voce e che lei sente che quello che canta viene da dentro. Incoraggiamolo. 7
Mietta (cantante, attrice, sette volte al Festival) ha una bellissima voce, ma in questa occasione mi delude. In "Baciami adesso" parte con una tonalità bassa e pian piano si alza. L'abito non è azzeccato, la rende "robusta"... mi dispiace... 6 e 1/2
Ho notato che quest'anno i cantanti sono bassi (o Baudo è troppo alto?). Il grudiato di truppa (esercito) Rosario Morisco canta una canzone che ha composto una notte a Kabul e come s'intitola? "Sognorsi'". Il tema è toccante, le parole sono tutte vere, ma non so... 6 e 1/2
Cappuccetto Bianconero, cioé Loredana Bertè si esibisce con "Musica e parole", ci tiene a dire che l'abito l'ha disegnato lei, non mi piace quando di tanto in tanto lancia un "grido", ma perché non canta come quando era giovane? 6

Chiambretti presenta "Gli insoliti sospetti" (gioco di parole... "I soliti ignoti") e accenna evento che ha fatto alzare l'auditel del DopoFestival della sera precedente: il litigio tra Mario Luzzato Fegiz e Toto Cutugno. Il primo lo accusa di essere stonato ed l'altro replica dicendo con l'ha preso nella tourné russa con lui.

50 anni di carriera, Little Tony ritorna nonostante il suo "cuore matto" che gli ha giocato un brutto scherzo tempo fa. "Non finisce qui" ha un bel testo secondo me, ma purtroppo ci vorrebbe una voce piu' giovane per cantarla (in quel caso avrei dato un 7). Con lui sul palco c'è parte della sua famiglia, la figlia nel coro ed il fratello (?) alla chitarra. 6 e 1/2

Altro cambio d'abito per la Guaccero, che accoglie i Duran Duran, un video mostra le ragazzine che impazzivano per loro negli anni '80 e un pezzo di "Wild Boys", invece quest'anno propongono "Falling down" e per chiudere in simpatia ripetono lo sketch di Lenny Kravitz.

Prende il suo nome dal cartone animato della Disney, Ariel arriva da SanremoLab, canta "Ribelle" con una tonalità abbastanza bassa, il ritornello prene ritmo, ma non so se dare 6 e 1/2 o 7
Bianca Guaccero si esibisce con una "Taranta" (se il nome del ballo è sbagliato, non è colpa mia, l'ho sentito cosi in tv) per omaggiare la sua terra. Un po' in contrasto con i suoni de "Il rubacuori" dei Tiromancino, penso che grazie al tema questa canzone avrà successo. Ammetto che a questo punto della serata comincio ad agonizzare. 7

Non l'ho ancora visto, ma conoscende i precedenti, Giulietta e Romeo deve essere un musical stupendo! Mi piacciono molto le voci di Giulietta e Mercuzio. Questa presentazione avviene sotto l'orchestra (che ha preso il volo), anche l'autore delle musiche Riccardo Cocciante canta un pezzo.
Dopo lo splendore dell'Opera, a mezzanotte... non ci voleva e trovo che sia una grandissima cagata il collegamento con la "Casa Bianca" (appartamento di Sanremo dove sono riuniti una banda di cogl...).

Penso che si trovino nella categoria Big per via della loro popolarità, i Finley partecipano al Festival presentando "Ricordi", canzone che parte come un lento e che diventa poi rock. La voce del disco e quella dal vivo sono diverse ed il cantante (Pedro) si tiene in piedi, ma con le gambe aperte, in modo un po' strano. 7
Un altro figlio... d'arte nella categoria giovani, Francesco Rapetti, figlio di Mogol, laureato, ex (credo) calciatore della Ternana, sono le 00:20 e "Come un'amante" non mi prende. 6 e 1/2
L'eredità di "Tutto quello che un uomo" pesa come un macigno, infatti secondo me Sergio Cammariere non riesce a raggiungere quel livello con "L'amore non si spiega", comunque la voce e l'atmosfera jazz gli valgono un lungo applauso. 6 e 1/2
L'ultima cantante è Valeria Vaglio, canta una canzone "lesbica", ma in modo un po' piu' esplicito che la Tatangelo. "Ore ed ore". 6 e 1/2

La serata si chiude con una "We are the Champions" cantata in latino dalla "Seleçao dei Sacerdoti". I giovani che passano il turno stasera sono: Ariel, La Scelta, Sonohra e Jacopo Troiani.




permalink | inviato da melamelinda il 27/2/2008 alle 16:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
26 febbraio 2008
58° Festival di Sanremo: prima serata

 

Si accendono le luci, spunta un grande diamante al centro del palco e parte la musica: "Ti regalero' una rosa", "Grazie dei fiori", "Come saprei", "Vorrei incontrarti fra cent'anni" e un accenno di un'ultima conzone che non ho riconosciuto... ovviamente si chiude la sigla con il classico "Perché Sanremo è Sanremo!". Ci si aspetta l'entrata in scena di un presentatore, ma al suo posto appare una scritta "50 anni fa..." e parte un omaggio a Domenico Modugno, Gianni Morandi canta "Nel blu dipinto di blu" (forse piu' nota come "Volare"). Seconda falsa partenza, una voce annuncia Pippo Baudo ed al suo posto esce Piero Chiambretti (le "scarpe Italia" sono un pugno in un'occhio!) che mette in scena uno sketch "l'invasione degli Ultrabaudi" (tanti Pippi Baudi quanto le edizioni del Festival che ha condotto). Per finire il vero Baudo arriva da una trappola che si apre nel palco. Si sussegono delle battutine sulla politica, ma nel insieme non penso sia una comicità apprezzata da tutti (lo confima l'auditel: rispetto all'anno scorso mancano 3 milioni di telespettatori all'appello).

Comincia la gara e della serie "concorso abbonato Rai vince Sanremo" arriva Paolo Meneguzzi, bravo scolaretto che canta "Grande", una canzone orecchiabile, ma che da un senso di già sentito. 7

Chiambretti mostra un videomontaggio (complimenti a chi l'ha fatto) della canzone di Modugno con il labbiale pescato da i vari cantanti di Sanremo (pezzi pescati dalle altre canzoni, ma il suono è quello della canzone di Modugno). E dopo una "breve" telepromozione, viene finalmente presentata la prima donna della serata. Andrea Osvàrt (vedi foto, ma quello è il secondo abito), attrice ungherese, ma che parla benissimo italiano, canta, balla ed indossa un abito "rosa-fucsia", con delle perline bianche ed un spacco centrale.

Prima delle poche cantanti donne, L'Aura, che ha il merito d'aver aperto i concerti di Ligabue e Lenny Kravitz (ospite), canta "Basta!". Partenza soave, a volte mi ricorda Elisa (?), ma non amo gli "scatti" quando parla, agita le braccia in modo strano, il ritornello è piu' mosso e migliora la canzone. Un possibile successo. 7 e 1/2
Di tanto in tanto finiscono nell'inquadratura dei tecnici microfonisti... comunque... comincia la gara anche per la categoria Giovani, piu' precisamente il duo dei Milagro con la canzone "Domani". Qualche problema tecnico, ma si parte. La prima voce mi piace, ma la seconda voce è quasi inesistente, manca se posso dire un po' di sale, sono freddina, ma con loro parto con un 6
n.b. stasera vengono eliminati 3 giovani.
Quattordici volte al Festival, un sacco di secondi posti, non è altro che lui, Toto Cutugno. Mi dispiace, ma mi aspettavo qualcosa di meglio (non sento lo stile di Davide de Marinis... vi ricordate? Il tormentone "sei troppo bella, troppo bella, troppo bella..."), ma non mi sento di essere troppo cattiva. 6 e 1/2
L'ho già visto come ospite al Festival (cantava con Paola Cortellesi), ma non so come mai si ritrovi ora nella categoria Big, Frankie Hi-Nrg MC, rapper con una canzone, "Rivoluzione", dal testo veritiero (chi puo' negare che i politici mangiano sul nostro groppone?). La musica ricorda quella dei film Western, ma generalmente preferisco i giochi di parole nel rap. 7
me ne accorgo solo nel finale, ma la canzone "Anna" è una dedica di Andrea Bonomo alla sua mamma e per questo motivo da un 6 e 1/2 passo ad un 7

L'orchestra prende letteralmente il volo, infatti il palco cambia forma e si allarga per lasciare spazio alla Compagnia dell'Arancia che da un assaggio del Musical High School Musical. Carino, ma come dice il mio prof d'îtaliano, ogni fascia d'età ha diritto ad un tipo di spettacolo. Primo cambio d'abito (quello nella foto).

Viene quasi da pensare "ma questo dopo un anno porta sempre gli stessi vestiti?", ma è meglio concentrarsi sulla musica. Il testo di "Eppure mi hai cambiato la vita" che leggevo nel giornale mi sembrava un po' grezzo, ma con la musica giusta cambia tutto. Fabrizio Moro, ma mi sembra di sentire un po' Vasco Rossi. 7
Non li conoscevo (hanno fatto la canzone di uno spot di telefonia), ma gli Frank Head mi sembrano simpatici, la loro "Para para ra rara" è curiosa, si sente l'influenza della musica dei balcani (sarebbe perfetta per l'Eurofestival!) e potrebbe avere successo. 7
Al suo quinto Festival, Anna Tatangelo porta che tratta delicatamente il tema dell'omossessualità, "Il mio amico" dedicata al suo amico Claudio, ma la canzone è scritta dal suo compagno Gigi d'Alessio. 7 e 1/2

Si chiude qui la prima parte dello spettacolo (22:55). Si ricomincia con un pezzo di cinema, Carlo Verdone presenta il suo nuovo film con uno sketch carino su una famiglia "scout-cattolica".

Non poteva mancare Beppe Vessicchio all'appello dei dirigenti d'orchestra, in quest'occasione accompagna Michele Zarrillo e la sua "L'ultimo film insieme". La sua voce è inconfondibile (lo dico perché purtroppo ultimamente ci sono troppi "pseudo-cantanti-cloni"!), ma la canzone non mi dice un granché. 6 e 1/2

Alle 23:22, dopo una notte passata insonne proprio non ci voleva, compare un lettone con Chiambretti che "sogna" un balletto della Osvàrt, con un abito blu, al quale si tolgono i veli. Vengono proposte delle clip con un assaggio delle canzoni di cinque Big.

Non avrei dato piu' di 14 anni al cantante dei Melody Fall, invece vedo nel giornale che questi ragazzi hanno tra i 20 e 22 anni (?). Potremmo dire che sono i cugini dei Tokio Hotel, sono famosi in Giappone (questo gli fa onore), "Ascoltami" non è male, ma preferirei una voce piu' matura. 7

Arriva l'ospite internazionale, Lenny Kravitz, l'uomo dai 300 tatuaggi e 20 milioni di dischi venduti nella sua carriera, il titolo della canzone ammetto di non saperlo, comunque è l'estratto del cd "It's time for a love revolution" che sentite ora nelle radio. Devo ammettere anche che lui è molto simpatico (partecipa ad un piccolo sketch e non se la tira... vi ricordate Norah Jones l'anno scorso???). Quattro clip con le canzoni dei Giovani.

Parte un piccolo discorso sulle differenze tra il nord ed il sud che introducono "Grande sud", la canzone di Eugenio Bennato, canzone dai suoni etnici, io la trovo un po' monotona al primo ascolto, ma piace molto a mia madre. 6
Essere il figlio di... Dody Battaglia è forse un piccolo handicap, "Voce nel vento" di Daniele Battaglia non è cosi male, ma l'emozione gioca brutti scherzi e c'è un po' di "stonatura". 6

Alle 00:10 NO! Il collagamento con la "Casa Bianca" proprio NO!

Sarà forse l'ora tarda, ma "Il solito sesso" di Max Gazzé non mi dice molto. 6
E dopo un cambio d'abito (questa volta rosso ed abbinato al rossetto), arriva un altro giovane, Valerio Sanzotta con la sua lezione di storia, "Novecento" è una canzone allegra, ma aspetto il secondo ascolto. 6 e 1/2
Tre clip sui giovani e poi arriva Giua, che si lascia rimorchiare da Pippo Baudo (brrrr) e canta "Tanto non vengo". Amo Sanremo, vivo per Sanremo, ma arrivata a questo punto sto cominciando ad agonizzare. 6 e 1/2
Cinque clip sui campioni (o big che dir si voglia) e finalmente arriva l'ultima esibizione, Tricarico e la sua "Vita tranquilla"... Per carità, alle 00:42 non reggo piu'... meno male che accelera sul ritornello, ma stona. Megllio la musica. 6 e 1/2

Sinceramente... scommetto che tra le 200 canzoni proposte alla commissione, ce n'erano delle piu' belle. Perché Sanremo non allarga un po' i suoi orizonti? Con mezz'ora di ritardo, all'una di notte finisce la prima serata del Festival. I quattro giovani che passano il turno sono: Giua, i Frank Head, i Milagro e Valerio Sanzotta.




permalink | inviato da melamelinda il 26/2/2008 alle 18:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
23 febbraio 2008
Finalmente (per me) ritorna il Festival di Sanremo

È ritornato il Festival della canzone italiana di Sanremo, arrivato quest'anno alla sua 58a edizione. Il cast della conduzione è ormani noto da tempo: Pippo Baudo, Piero Chiambretti, la bionda Andrea Osvárt e la mora Bianca Guaccero. Ecco qui l'elenco dei Big con le loro canzoni ed i loro duetti del giovedì sera:

Eugenio Bennato "Gande Sud" (Pietra Montecorvino), Loredana Bertè "Musica e parole" (Ivana Spagna), Sergio Cammariere "L'amore non si spiega" (Bèbel Gilberto), Toto Cutugno "Un falco chiuso in gabbia" (Annalisa Minetti), Giò Di Tonno e Lola Ponce "Colpo di fulmine", Finley "Ricordi" (Belinda), Frankie Hi-Nrg MC "Rivoluzione" (Roy Paci), Max Gazzè "Il solito sesso" (Marina Rey e Paola Turci), Gianluca Gignani "Cammina nel sole" (Nomadi), L'Aura "Basta!" (Rezophonic), Little Tony "Non finisce qui" (Gipsy King Family), Paolo Meneguzzi "Grande", Mietta "Baciami adesso" (Neri Per Caso), Amedeo Minghi "Cammina cammina", Fabrizio Moro "Eppure mi hai cambiato la vita" (Gaetano Curreri), Anna Tatangelo "Il mio amico" (Michael Bolton), Tiromancino "Il rubacuori" (Stefano Di Battista), Tricarico "Vita tranquilla", Mario Venuti "A ferro e fuoco" (Denovo) e Michele Zarrillo "L'ultimo film insieme" (Paola e Chiara).


E ancora qui sotto l'elenco dei Giovani:

Ariel "Ribelle", Daniele Battaglia "Voce nel vento", Andrea Bonomo "Anna", Frank Head "Para parà ra rara", Giua "Tanto non vengo", La Scelta "Il nostro tempo", Melody Fall "Ascoltami", Milagro "Domani", Rosario Morisco "Signorsì", Francesco Rapetti "Come un'amante", Valerio Sanzotta "Novecento", Sonohra "L'amore", Jacopo Troiani "Ho bisogno di sentirmi dire ti voglio bene" e Valeria Vaglio "Ore ed ore".


Il DopoFestival sarà condotto dal teatro del Casinò di Sanremo dal gruppo Elio e le Storie Tese, assieme alla Vj Lucilla Agosti e l'attrice-imitatrice Lucia Ocone.


La scenografia del palco dell'Ariston sarà firmata da Gaetano Castelli e a quanto pare cambierà ogni sera.


Gli ospiti stranieri: Lenny Kravitz, Kylie Minogue, Leona Lewis, i Duran Duran, Yael Naim e Marc Yu.


Superospiti italiani (si esibiranno nella serata di venerdì): Giorgia, Jovanotti con Ben Harper, Fiorella Mannoia, Gianni Morandi ed i Pooh.


Gli stilisti: Dior, Alberta Ferretti, Gianfranco Ferré, Cavalli, Armani privé, Versace Atelier e Gucci.


Per evitarvi un'indigestione di Festival, per oggi mi fermo qui... tanto avro' tutta la settimana per scatenarmi!!




permalink | inviato da melamelinda il 23/2/2008 alle 19:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
23 gennaio 2008
Un grande prof, ci mancherà.

Stamattina ho ricevuto la triste notiza della morte del M. Chetany, il mio professore d'inglese i primi due anni di Collège. Quando me l'hanno detto ci sono rimasta male, soprattutto perché l'avevo appena visto con i miei qualche settimana fa al supermercato e gli avevo raccontato del mio viaggio a Manchester. Era in pensione da circa un anno e mezzo, aveva 67 anni (qui si va in pensione a 65 anni) ed è morto probabilmente lunedi (la notizia girava già da ieri, ma non sapevo niente) per un infarto.
Era un tipo in gamba, era sempre disposto ad aiutarti, a me aveva pure proposto dei corsi di recupero gratuiti quando c'erano dei problemi a casa. E' trsite tutto questo... non ho pianto, ma mi fa comunque un certo effetto. Gente cosi non dovrebbe morire e sinceramente non conosco nessuno che non lo abbia amato come prof.

Good luck M. Chetany and thank you for all




permalink | inviato da melamelinda il 23/1/2008 alle 19:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
14 settembre 2007
...devo ammetterlo mi manca...

Ormai sono tre settimane che sono a casa, ma aspettando il mio ritorno qui nel blog, lascio qualche immagine.


Fontana in Piccadilly Garden


University of Manchester


Piccadilly Garden di notte


Dietro Arndale, accanto alla ruota panoramica


P.S. Forse l'ho criticata, ma infondo mi manca...




permalink | inviato da melamelinda il 14/9/2007 alle 20:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
20 agosto 2007
Manchester (secondo post)

Dovrei mangiarmi le mani... a volte puo' essere un pregio, ma nel mio caso penso sia un difetto: mi affeziono troppo in fretta alla gente. Sabato Andrea ed Enirca sono tornati a casa e mi mancano gia'. Ovviamente doveva andare in questo modo, prima non ci conoscevamo, poi ci siamo incontrati qui e dopo ciascuno deve riprendere la propria strada, la propria vita... Ma mi mancano...
Ha piovuto tutta la seconda settimana, ora fuori c'e' sole... chiedo scusa se sto scrivendo delle cose senza un'ordine preciso, ma sto ascoltando della musica e non riesco a concentrarmi... Spegnere la musica?... no! Sono due settimane che non ascolto uno dei miei CD!
Sono tornati a casa anche Jose', Maria Jose' e Kasy, mi mancano pure loro... magari un giorno andro' a trovarli a casa loro a Cordoba o Sevilla...
Ieri pomeriggio sono andata in un pub con Rossella e Joelle a vedermi il derby Manchester City - Manchester United... ha vinto il City... peccato, perche' sto in una parte della citta' dove la gente tifa piuttosto per lo United e mi sarebbe piaciuto vedere un po' di festeggiamenti.
Qualche nuova visita? Si... il Trafford Center, uno dei piu' grandi shopping center in Inghilterra dopo Harrods... poi il museo della guerra... il Gay Village (inattivo pero') e poi non ricordo.
Troppe lingue... Troppa confusione...
Magari quando torno a casa definitivamente, scrivero' un post un po' piu' chiaro di questi ultimi due...


P.S. Non me n'ero accorta, ma ho superato le 10mila visite... ovviamente ringrazio!




permalink | inviato da melamelinda il 20/8/2007 alle 15:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
14 agosto 2007
Saluti da Manchester

E' il primo pomeriggio brutto da quando sono arrivata, quale migliore occasione per aggiornare il mio blog? Devo ammettere che sono un pelino stanca, cioe' io e' da una settimana che sto parlando in quattro lingue diverse! Ormai non ci capisco piu, niente... devo anche ammettere che fino ad ora ho praticato molto piu' spagnolo che altro... comunque...
Allora qui mi trovo in un'altra dimensione, non solo perche' qui fanno tutto al contrario (tutto sta sempre a sinistra), ma anche il modo di vivere e' strano e purtroppo devo dire che la cosa che mi sta deludendo di piu' e' la pulizia... si', purtroppo gli inglesi sono lerci (almeno qui a Manchester).
Ieri sono andata allo stadio... MIIIIIIIIIIIII CHE EMOZIOOOOONE! Non solo ho visitato il museo della squadra... sono stata negli spogliatoi (nel bagno hanno lo yacuzzi!), nella stanza dove si riposano prima della partita, nella loro sala da pranzo, nella sala stampa, nel tunnel dell'entrata sul campo (con effetto sonoro!)... mi sono pure seduta in panchina (e che panchina, hanno dei sedili che sono comodissimi!)... l'unica cosa che non ho potuto fare e' andare sul campo. E' stato uno dei piu' bei giorni della mia vita, credo che se avessi incontrato Cristiano Ronaldo, sarei stata pronta a morire.
Per il resto ho visitato quasi tutti i musei di Manchester, una meta che mi manca ancora e' l'Hard Rock Cafe'... anche il Tiger Tiger... domani vado a mangiare sushi al Gay Village... Ci sono dei centri commerciali da urlo e ci vogliono un sacco di giorni per visitarli... ma c'e' un'unico problema... Manchester e' carissima! Infatti mi bastano appena i soldi per mangiare...
Spero di poter passare nuovamente

big kiss

Melinda




permalink | inviato da melamelinda il 14/8/2007 alle 16:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
5 agosto 2007
E' arrivato il momento di partire

Domani mattina saro' agitatissima... a dire il vero lo sono già ora! E' la prima volta che prendo l'aereo, ma quello che mi fa paura non è il viaggio in sé, piuttosto il fatto che negli incidenti aerei non ci si puo' salvare... tié! Non devo pensare a questo... ma come si fa a non pensarci quando hai visto la terza stagione di Lost?
Sto preparando le valigie e non potevo partire senza passare per un saluto, anche se spero di poter aggiornare il blog da Manchester. Poi ho pochi soldi a disposizione (il mio stipendio mi ha di nuovo delusa, come l'anno scorso), devo risparmiare... anche perché vorrei tentare di andare giu' qualche giorno a Rimini quando torno, magari dal 28 agosto al 1 settembre.... sono pazza!!

Un bacio a tutti ^_^




permalink | inviato da melamelinda il 5/8/2007 alle 13:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
29 giugno 2007
Smemo 2006-2007: un pezzetto di libertà d'Enrico Bertolino

..."Mi sento libero di camminare per strada senza che qualcuno mi fermi per chiedermi dove vado, libero di chiacchierare con l'edicolante della tv e del governo (cioè più o meno delle stessa cosa), approfittando per sbirciare la vetrinetta del porno a buon mercato, senza che nessuno si avvicini e mi chieda i documenti, come accadeva a San Paolo nel '64, a Santiago nel '71 o a Buenos Aires nel '78 e come accade a Baghdad da un po' di anni a questa parte, con la differenza che lì, i documenti, se va bene, li ritrovano dopo l'esplosione a mezzo chilometro di distanza. Questa mattina mi sento libero di comprare i giornali che voglio, magari anche di infilare uno dei porno, il più interessante, ma meno appariscente, nel Sole 24 ore lamentandomi a voce alta perché Famiglia Cristiana non è ancora uscita, solo perché c'è la mia portinaia che mi sta osservando con sguardo critico e severo"...




permalink | inviato da melamelinda il 29/6/2007 alle 14:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
4 marzo 2007
Quinta ed ultima serata del Festival

Purtroppo per me, l'ultima serata è arrivata, sigh! Per i primi cinque minuti conduce Mike Buongiorno, per egualiare le presenze al Festival con Pippo Baudo (11 il primo e 12 il secondo). Viene presentata la Giuria di Qualità, tutti i membri indossano una maschera (visto i fischi di ieri). Come promesso la sera precedente, Fabrizio Moro canta Pensa, non solo è il vincitore dei Giovani, ma vince anche il Premio della Critica. Questa volta non darò voti, perché li ho fatti già nei post precedenti, ma questi sono i voti della giuria:

Nada 64

Paolo Rossi 83

Tra una canzone e l'altra interviene Flavio Insinna con dei piccoli sketch (porta l'acqua, arriva vestito da Pupo, innaffia i fiori, suona il sax,...).

Velvet 59 Il cantante scende dal palco e canta tra il pubblico, con una scritta "Hope" nella mano, poi si avvicina ad una ragazza e le fa il bacia mano (si scoprirà dopo che è la sua fidanzata).

Johnny Dorelli 81

Albano 69

Amalia Grè 82

Marcella & Gianni Bella 60 (se la sono presa per il voto basso, ma mica pensavano di vincere?!)

Primo ospite straniero della serata Joss Stone, mi piacciono i suoi capelli ricci e rosa, è altissima (a piedi nudi è come Baudo!), è piena d'energia, va a cantare nel pubblico, la sua canzone non la conosco, ma mi ha fatto ripensare a quando andavo a vedere i concerti dal vivo in estate a Rimini. Prima della sua canzone però ha accennato "Respect" di Aretha Franklin e la canta bene ^_^

Mango 75

Tosca 94

Fabio Concato 87

Una canzone che era stata bocciata viene eseguita con uno strano balletto, "La fundanela" di Momo (sarà mica un'amica di Magic Voice?).
Mentre presenta la famiglia Facchinetti, Michelle Hunziker fa un volo e casca a terra facendosi male (ecco il risultato di tutte le maledizioni che le sono state mandate per aver preso 1 milione di Euro).

Francesco & Roby Facchinetti 65

Leda Battisti 59 Apparte che facendo i calcoli a me veniva 60, ma è curioso il fatto che sia venuta con solo il reggiseno sotto la giacca, magari sperava di accapparrare qualche voto in più.

Simone Cristicchi 96

Stadio 79

Daniele Silvestri 87 Ci sono un sacco di "Daniele Silvestri" sparsi nell'orchestra.

Arriva il secondo ospite, che a me sinceramente non piace, Mika che canta "Grace Kelly". Non c'è niente da fare, a me i "chiodi" così magri non mi piacciono, preferisco l'uomo con la pancetta.

Zero Assoluto 72

Milva 80

Piero Mazzocchetti 71

Antonella Ruggiero 91

Paolo Meneguzzi 67

Sono contenta che Pippo Baudo abbia accennato il fatto che grazie a Rai Internetional, il Festival sia stato visto dagli italiani all'estero (tra i quali ci sono anch'io ^_^ ). Arriva il notatio (meglio se non si faceva vedere) che svela la classifica. Non vengono svelati i nomi dal 20° al 11° posto (tutti a pari merito per evitare le incazzature ed i capricci). Top ten: 10° Antonella Ruggiero, 9° Zero Assoluto, 8° Francesco e Roby Facchinetti, 7° Tosca, 6° Paolo Meneguzzi, 5° Mango, 4° Daniele Silvestri.

3° Piero Mazzocchetti (si realizza il suo sogno, è commosso alle lacrime ^_^ )

2° Albano (Ma quando? ma chi sono quelli che lo hanno votato??!)

1° Simone Cristicchi (vince anche il Premio della Critica)

Vincono il festival due canzoni impegnative. Ora non mi resta che tornare alla mia vita di tutti giorni, tornerò a sognare tra un anno e questa volta cercherò di essere un po' più riassuntiva ^_^




permalink | inviato da il 4/3/2007 alle 11:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa
3 marzo 2007
Quarta serata del Festival

Serata degli ospiti italiani, della finale Giovani e della Guiria di "Qualità" (composta da due Vj, cosa comprensibile, ma che ci facevano tre attori?).

Marco Baroni L'immagine che ho di te: al secondo ascolto mi sembra più carina, voto della giuria 29, ma come si fa a dare dei 4? E poi non hanno capito che dovevano giudicare le canzoni per il testo, la musica e non per i propri gusti musicali personali. 7.

Il primo ospite è Franco Battiato, cantante enigmatico che si esibisce in "I giorni della monotonia", "La cura" (bellissima) ed una canzone di Giuni Russo in collaborazione con un gruppo sardo-inglese di ragazze "Il vuoto".

Sara Galimberti Amore ritrovato: canzone passionale, i suoi capelli rossi danno bene l'idea, voto della giuria 41 (tutti degli 8). 7.

Gigi D'Alessio incomincia la sua esibizione con un omaggio a Lucio Battisti con "Il nastro rosa", poi continua con "Non dirgli mai" (Sanremo 2000), "Tu che ne sai" (2001) e "L'amore che non c'è" (2005). Con lui canta in seguito anche Lara Fabien, cantante francese con origini siciliane, lei accenna una sua bellissima canzone (accidenti non ricordo il titolo!) e poi duettano in "Un cuore malato", ma non c'è niente da fare la voce di lei lo schiaccia.

Elsa Lila Il senso della vita: il testo della canzone è bello, la voce anche, l'abito meno. Voto della giuria 34. 7 e 1/2 - 8.

Unica ospite straniera della serata è la spagnola Penelope Cruz. Arriva direttamente da Los Angeles, l'intervista si svolge tutta in italiano e mi è sembrata davvero una persona carina. Pippo Baudo le regala un piccolo oscar di cioccolata ^_^
Seguono poi le esibizioni di Elisa con "Luce (trominti a Nord Est)" (vincitrice di Sanremo 2001 se non sbaglio), "Almeno tu nell'universo" e la colonna sonora di Manule d'amore 2. Vince un disco di platino per il suo ultimo album.
Il comico di questa sera è Neri Marcorè travestito da Ligabue, ma devo dire che non mi ha divertita particolarmente, però dice una cosa verissima, cioè che è assurdo che ci sia l'iva al 20% sui CD.

Pquadro Maliconiche sere: canzone molto orecchiabile, voto della giuria 30. 8 e 1/2.

Circa 7 anni fa era stato bocciato all'accademia di Sanremo ed oggi eccolo qua Tiziano Ferro conosciuto in tutto il mondo. Per lui quattro canzoni: "Ed ero contentissimo", "Non me lo so spiegare", "Sere nere" e la colonna sonora di  Ho voglia di te "Ti scatterò una foto".
Dopo è il turno delle esibizioni di Gianna Nannini, che ci presenta il suo musical ispirato dal quinto cantico del Purgatorio della Divina Commedia.

Fabrizio Moro Pensa: dubito che farà il facchino in un albergo per ancora tanto tempo, questa è una canzone che serve per smuovere le coscienze, così ha risposto a Sergio Assisi che gli ha dato solo un sei ed è stato fischiato da tutto il pubblico dell'Ariston. Voto della giuria 42. 9.

Per quanto riguarda Renato Zero anche lui a accennato tante canzoni, ma non posso dirvi di più (nonostante il fatto che io non mi perdo mai un munito del festival, ma i bisogni biologici chiamavano urgentemente, scusate questa mia confessione).

Stefano Centomo Bivio: la canzone è bella, peccato solo per l'inizio "acuto", voto della giuria 34. 8.

Romina Falconi Ama: a me piace troppo la sua voce, voto della giuria 38. 7 e 1/2 - 8.

Jasmine La vita subito: mi piace questa canzone ^_^ , peccato solo che abbia perso un po' la voce, voto della giuria 31. 7 e 1/2.

Prima di sapere chi è il vincitore dei Giovani, viene premiato Armando Trovajoli, autore di tantissime canzoni tra le quali "Aggiungi un posto a tavola" e "Roma non far la stupida stasera". I premi sono il Premio Saremo ed il Premio Creatività 2007 della Siae.

Questo il podio del 57° Festival di Sanremo sezione Giovani:

3°: i Pquadro con Malinconiche sere

2°: Stefano Centomo con Bivio

1°: Fabrizio Moro con Pensa




permalink | inviato da il 3/3/2007 alle 14:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
2 marzo 2007
Terza serata del Festival

Nessuna introduzione canora come le scrose serate, ma Michelle Hunziker ha portato con sé un amico, un bellissimo Sanbernardo. E' un cane speciale, viene utilizzato per la "pet therapy" ed è il primo cane che ha fatto parlare dei bambini autistici. Avviso che ho tolto i commenti sugli abiti della copresentatrice e sulle clip, perché questi post sanremesi sono un po' troppo lunghi.

Daniele Silvestri ha cantato La paranza accompagnato dai Capone & Bungt Bangt, un gruppo che suona con degli strumenti riciclati (botti, secchi, palette,...). Nella canzone si parla delle spiagge di Rimini, bella pubblicità, no? 8.

Milva ha duettato con Enrico Ruggeri, che secondo me con la sua voce ha reso più intesa (e credibile) la canzone Show must go on, ad accompagnarli c'era anche un coro gospel. Fa strano pensare che Milva ha partecipato a più festival che Pippo Baudo: ben 15! 7.

A me la pubblicità della Wind mi fa morire dal ridere: Aldo "Ramonez" ed i suoi stilisti Pulce & Poiana sono troppo forti ^_^

Leda Battisti non ha cambiato niente di Senza me ti pentirai, c'erano però Kledi Kadiu e Sabrina (non so il cognome) che si sono esibiti in una specie di tango-danza moderna alle spalle della cantante. Finita la sua esibizione, Leda ha potuto provare l'ebrezza del "casqué della morte" (Baudo stava per farla cadere!). 6 e 1/2.

Simone Cristicchi viene accompagnato da Sergio Cammariere al pianoforte, che canta un pezzetto della sua bellissima Tutto quello che un uomo (Sanremo 2003). 8.

Succede una cosa curiosa, c'è un mistero da risolvere, sono arrivate 500 rose rosse a Michelle Hunziker, non si conosce il mittente, ma dal pubblico si alza una voce: "Eros!". Sarà stato lui? (da romantica io spero di sì ^_^ ).

Fabio Concato duetta con Michele Zarrillo e la sua voce secondo me è molto più bella. Oltre il giardino 6 e 1/2.

Piero Mazzocchetti ha la fortuna di cantare con una bella donna (così ha detto mio papà ^_^ ), Emy Stewart. Particolera la versione inglese-italiana di Schiavo d'amore. 8.

Mango duetta con la moglie, Laura Valente. Si amano da 22 anni e sono sposati da 3... La musica di Chissà se nevica è stata modificata per renderla più classica, ma a me così con questo duetto piace meno. 7.

Gli Stadio hanno portato con loro una cantante straniera (penso sia portoghese), Teresa Salgueiro. Conla voce di lei Guardami accuisisce molta dolcezza. 7 e 1/2 - 8.

Il comico di turno è Max Tortora che arriva nelle vesti di Califano, ma devo ammettere che di tutti i comici che sono venuti è stato quello meno divertente (però di solito mi fa ridere). Altissimo, a rischiato di spaccarsi la faccia nelle scale che salgono sul palco.

Amalia Grè ha invitato Mario Biondi e Amami per sempre si ritrova migliorata. La voce di lui è molto particolare, sopprattutto quando canta in inglese. Questa versione mi piace molto e se il singolo esce così avrà molto successo. 7.

L'ospite staniero di questa serata è un bel giovanotto spagnolo, il cantante di "Diràs que estoy loco", Miguel Angel Muñoz. Trovo solo un peccato che abbia cantato in playback, ma è comprensibile visto che doveva ballare. Chissà cosa avrà pensato quando Baudo l'ha preso e l'ha portato a stringere la mano al pubblico.

Arriva il momento che aspettavo, gli Zero Assoluto cantano con la loro amica Nelly Furtado (e per il mio papà è stato subito colpo di fulmine!). Finita l'esibizione Baudo corre da tutte le parti e non trova nessun mazzo di fiori, allora all'ultimo secondo sradica il palcoscenico e le regala i fiori della scenigrafia. Appena prima di partire 8 e 1/2.

Tosca e Massimo Venturiello interpretano "teatralmente" Il terzo fuochista. Quasi quasi sembra una canzone di un festival dei paesi dell'est. 6 e 1/2.

I Velvet cantano in compagnia di Francesco Sarcina, il cantante de Le Vibrazioni. Tutto da rifare avrà successo. 7.

Ad accompagnare Nada c'è Cristina Donà, ma la sua voce non si sente (il microfono era acceso?). Luna in piena 6 e 1/2.

Paolo Meneguzzi ha il piacere di duettare con Neil James e la versione italo-ingelese di Musica è bellissima, lui ha una bellissima voce ^_^ . 8 e 1/2 - 9.

L'unica cosa che ho apprezzato di Albano, che canta con uno strano coro di ragazzi dalla voce acuta, è stato di dire che mentre in Italia il Festival viene deriso, all'estero è molto apprezzato. Nel perdono 6 e 1/2.

Antonella Ruggiero è circondata da un enorme coro ed eseguono Canzone fra le guerre a cappella (n.d.r. solo con la voce). 6 e 1/2.

Paolo Rossi e i Tetes de Bois (teste di legno) arrivano vestiti da garibaldini, ma non cambia la mia opinione per In Italia si sta male (si sta bene anziché no). 6 e 1/2.

Johnny Dorelli partecipa a questa serata con Stefano Bollani, che ne fa un'imitazione identica. Meglio così 6 e 1/2.

Francesco & Roby Facchinetti ospitano l'indonesiana Anggun che canta la loro Vivere normale in inglese (anche lei mi aveva fatto un autografo quando avevo 12 anni). Per loro fortuna ci sono meno stonature. 8.

Gli ultimi ad esibirsi sono Marcella & Gianni Bella con le Former Ladies of the Supremes. Ma il gruppo non aggiunge quasi niente a Forever per sempre (le loro voci quasi non si sentono). 6 e 1/2.




permalink | inviato da il 2/3/2007 alle 14:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
1 marzo 2007
Seconda serata del Festival

Ed anche questa serata si apre con una canzone, questa volta un duetto tra Michelle Hinziker e Pippo Baudo in una vesione particolare di "Non ho l'età" e visto la loro giovane età, si buttano giù dallo scivolo accanto le scale (ammetto che questo l'ho avrei fatto pure io ^_^ ).
Il primo abito della Hunziker è un abito lungo, metà oro, metà argento, tutto brilluccicante!!

Paolo Meneguzzi: noto che qualcuno ha fatto una piccola operazione estetica (non ha più le borse sotto agli occhi), insomma questo ragazzo ha 30 anni e la sua musica si riferisce ancora al mondo delle adolescenti, anche se con questa canzone sta leggermente cambiando (ma di poco). A me piace il ritornello. Musica 8 meno.

Gianni & Marcella Bella: Mogol e Gianni Bella hanno scritto insieme canzoni bellissime tipo "L'emozione non ha voce", sono gli autori anche di questa canzone, quello che inizialmente mi faceva pensare ad un capolavoro ed invece niente. La musica ancora è accettabile, ma le parole... E se aggiungiamo la pronuncia di "forrreverr". Marcella è ancora una bella signora, lui ha una voca che non mi convince. Forever per sempre 6 e 1/2.

Anche oggi (a questo punto penso che ci saranno a tutte le serate) c'è un simpatico siparietto per la pubblicità della Wind. Sono morta dal ridere quando Giovanni ha usato come defibrillatori due ferri da stiro su Aldo.

Stadio: anche questa canzone l'avrei data a Vasco Rossi (il cantante Gaetano Curreri ha scritto alcune bellissime canzoni, tra le quali "Un senso"), è bella, ma la voce del cantante manca di un qualcosa... E' da apprezzare però il suo appello ai colleghi che non vengono a Saremo perché hanno paura di perdere. Guardami 7 e 1/2.

Sara Galimberti: è un tango milonga (nello scorso post mi sono sbagliata), la voce c'è, potente, ma magari avrei portato al Festival un altro pezzo. Amore ritrovato 6 e 1/2 - 7.

Primo cambio d'abito per la Hinziker, un abito lungo, luccicante, come se fosse fatto di tanti piccoli pezzi di specchio cuciti insieme.

Tosca: io l'ho sempre adorata, questa sembra una di quelle canzoni da festa del paese, ma con una voce così perché canta questa canzone?!!!!! Ho capito che ora vive per il teatro, ma io sono disperata!... Il terzo fuochista 6 e 1/2.

Patrizio Baù: nato a Fribourg (dove vivo io), è professore di musica in una scuola media di Vicenza, la canzone non mi piace tanto ed ho passato tutto il tempo con l'orecchio teso per sentire la parolaccia... Che alla fine è saltata fuori. Peccati di gola 6.

Johnny Dorelli: quando ero piccola mi ricordo che guardavo su Canale5 una piccola fiction con una famiglia, lui era il padre ed era sposato con Loretta Goggi (come si chiamava?). Si sente che è unacanzone vecchio stile. Meglio così 6 - 6 e 1/2.

Romina Falconi: ha assistito a tutte le prove dei giorni precedenti il Festival (lo farei anch'io se fossi lì), io l'ho già sentita cantare una volta "Perdere l'amore" di Massimo Ranieri e la sua voce mi era subito piaciuta, questa è una canzone che mi piacerebbe cantare. Ama 7 - 7 e 1/2.

Prima apparizione di Ficarra & Picone, è strano di vederli in smoking ed infatti durano poco, se li strappano via di dosso per trasformarsi in "siciliani stanchi". Per un momento ho leggermente perso il filo delle battute (a casa mia avevano cominciato a litigare!).
Vengono riproposte le clip delle canzoni della prima serata (in diversi momenti della serata, ma per alcune non ho commenti da fare). Riascoltando un pezzetto sono convinta che con un videoclip fatto bene le canzoni di Jasmine e dei Pquadro potranno avere successo.
I primi ospiti stranieri della serata sono i Take That. Nonostante io non sia una delle loro fan, frequantando il blog di MariannAliena ( http://mariannaliena.ilcannocchiale.it ) mi ci sono un po' affezzionata. Cantano "Shine" ed al DopoFestival ho visto che da dietro le quinte la cantava anche Albano!! Peccato che Pippone nazionela li abbia liquidati un po' in fretta.

Albano: sbaglia l'attacco della canzone (n.d.r. comincia in ritardo), se devo dire la verità io non lo sopporto più (le varie storie con la Lecciso lo hanno reso ridicolo) e non amo moltissimo la sua voce. Nel perdono 6 - 6 e 1/2.

Con una parrucca nera, Michelle Hunziker mostra una piccola parte del Musical "Cabaret", ma secondo me era meglio cantare da subito "Life is a cabaret" che è la canzone più conosciuta.

Fabrizio Moro: ha già partecipato sette anni fa (farò delle ricerche per saperne di più), lo ha inspirato il film fatto sulla vicenda Borsellino, il testo (bellissimo) parla da sé. Comunque se fossi in lui, da oggi farei molto attenzione, è una canzone che scotta, rischia che gli facciano la pelle. Pensa 8.

Nuovo abito per la Hunziker, lungo, bianco, con uno spacco sulla gamba sinistra (io ci provo, ma nella descrizione degli abiti non sono bravissima).

Paolo Rossi: parte piano, poi pian piano cresce il ritmo, ma la vedrei bene in una versione remix. era una canzone nascosta, un pezzo inedito di Rino Gaetano. In Italia si sta male (si sta bene anziché no 6 e 1/2.

Fsc: il nome nasce dalle iniziali dei loro cognomi (anche se uno dei componenti originali è stato sostituito), sono i supporter di Franco Battiato nei suoi concerti. Per la canzone non ho dei commenti particolari. Non piangere 6 e 1/2 - 7.

Ficarra & Picone tronano sul palco in veste di poeti, il tema è nobile, un omaggio a Padre Pino Pugliesi ucciso a Brancaccio dalla Mafia perché considerato un personaggio "d'intralcio". La musica di sottofondo è quella del Film "Il postino" di Massimo Troisi.
Arriva il secondo ospite straniero: John Legend. Canta "Ordinary people" e "Save the room", suona solo al pianoforte, ha una bellissima voce e scherza un po' canticchiando qualche strofa di altri cantanti (molto più simpatico di Norah Jones).

Amalia Grè: a me non è mai piaciuta la sua voce, peccato per la canzone, magari sarebbe migliore cantata da un'altra cantante. Amami per sempre 6 e 1/2.

Pier Cortese: è il cantante di "Souvenir" (adoro questa canzone), ex calciatore. Questo pezzo però è molto meno carino. Non ho tempo 7.

Fabio Concato: quest'uomo ha un sorriso inquietante (mi fa paura!), la canzone parla di un uomo che perde il lavoro a 50 anni, ma non è il mio genere. Oltre il giardino 6 - 6 e 1/2.

Elsa Lila: questo pezzo era stato scritto per "Il senso della vita", programma di Paolo Bonolis, ha già partecipato a Sanremo nel 2002, in Albania è una vera star. Ha una bella voce ed il teste è bello. Il senso della vita 7 e 1/2.

Velvet: ma il look capelli lunghi e barba è di moda ora in Italia? Anche Le Vibrazioni sono così. Sono convinta che avrà successo. Tutto da rifare 6 e 1/2 - 7.

I giovani che passano il turno sono: Romina Falconi, Sara Galimberti, Elsa Lila e Fabrizio Moro. Curiosità: tutte le ragazze dei giovani sono arrivate in finale ^_^




permalink | inviato da il 1/3/2007 alle 17:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
28 febbraio 2007
Prima serata del festival (scusate la lunghezza)

In diretta del Teatro Ariston comincia la 57° edizione del Festival di Sanremo, si alza il sipario ed appaiono il palco e l’Orchestra. Rispetto al palco buio dell’anno scorso, si sono fatti grandi progressi, peccato che ci siano ancora pochi fiori. La striscia con lo schermo assomiglia leggermente alla P della Pawerade. Al solo pensiero che un giorno io possa ritrovarmi lì mi commuovo ^_^

Pippo Baudo presenta Michelle Hunziker, che a fatica trattiene le lacrime. Capelli in su, bellissima, indossa un abito lungo dorato con un coprispalle che una volta tolto si trasforma in un fiocco. Peccato che le manchi la voce (peccato diventare afoni proprio la prima serata!), visto che il Festival comincia con la sua interpretazione di Adesso tu di Eros Ramazzotti.


Zero Assoluto
: sono i primi a scendere in campo, la canzone è carina, non troppo simile a quello dello scorso anno (Svegliarsi la mattina), ma si riconosce il loro stile. Peccato per il volume un po’ alto della musica che ha leggermente coperto la voce di Thomas. Appena prima di partire 7 e ½ - 8.


Piero Mazzocchetti
: io la musica classica non l’ascolto moltissimo, ma questa canzone è comunque romantica. Trema un po’ tanto dall’emozione. Schiavo d’amore 7 – 7 ½.


C’è un piccolo break, che però a me è piaciuto tanto, una versione della pubblicità della Wind di Aldo, Giovanni e Giacomo sanremese. Aldo è un cantante in gara, ma negato ^_^


Mariangela
: il testo della canzone è molto carino, ma al limite dell’inedito (“Ninna nanna, ninna ò, questo bimbo a chi lo do...” sembra questa) e la musica mi delude un po’, io l’avrei fatta un po’ più allegra. Ninna nanna 6 e ½.


Breve collegamento con la sala stampa dove si svolgerà il DopoFestival. Davanti ad un bruttissimo sfondo Piero Chiambretti lancia le sue prime battute: alludendo al mega compenso dei presentatori li definisce una Banca Svizzera e l’altro Banco di Sicilia (1 milione di euro lei, 750 mila lui!).


Francesco & Roby Facchinetti
: spero che Francesco non metta più quella maglietta sotto la giacca (la scollatura è brutta, stona con la giacca), un paio di note false ci sono, ma anche l’emozione è tantissima (Francesco si gira pure per asciugarsi le lacrime). Il ritornello assomiglia leggermente ad una canzone di Povia e l’inizio della canzone mi ricorda una canzone degli Negramaro, non dico che è un plagio, ma... Vivere normale 7 e ½.


Antonella Ruggiero
: il testo e la musica sono suoi, è una canzone che parla dei bimbi vittime della guerra, un pensiero nobile, ma io la musica l’avrei fatta un po’ più aggressiva. Canta con i guanti neri ed uno stranissimo anello. Canzone fra le guerre 6.


Pquadro
: Pietro e Piero sono stati degli alunni della scuola di Amici, nonostante non mi siano simpaticissimi, la loro canzone è molto orecchiabile, ma il rap (due piccole parti parlate) è meglio lasciarlo ad altri. Malinconiche sere 8.


Ci sono le prime cinque clip, per far sì che non ci siano più canzoni inedite: Albano (sarebbe meglio cantata da un tenore), Tosca (ma con la sua bellissima voce perché diavolo canta una canzone così!), Velvet (sembra molto carina), Paolo Meneguzzi (non male) e Marcella & Gianni Bella (ascolto troppo breve).


Daniele Silvestri
: la paranza è una barca, ma può anche essere la pesca ed il fritto misto. Io la parolaccia non l’ho sentita, secondo me rischia di diventare un tormentone di quest’estate. Mi piace un casino il granchietto che balla nello schermo ^_^. La paranza 7.


Grandi Animali Marini
: il nome del gruppo lo trovo buffo, ma al primo ascolto la canzone non mi dice niente, sembra nello stile dello Zecchino d’Oro. Napoleone azzurro 6 e ½.


Arriva il momento del comico Antonio Cornacchione, io mi sono divertita, ma non faccio troppi commenti, non vorrei offendere nessuno. Alla fine dell’esibizione Pippo Baudo sembra leggermente preoccupato.


Primo cambio d’abito per la Hunziker, abito bianco che ricorda leggermente Marylin Monroe. Si esibisce con dei bambini cantando (questa volta in playback) la canzone principale del Musical al quale ha partecipato qualche tempo fa. Subito dopo segue un altro cambio d’abito, questa volta rosso, lungo, con una lunghissima sciarpa che fa anche da strascico.

Vengono mostrate altre cinque canzoni: Johnny Dorelli (più classica di così non si può),gli Stadio (sembrerebbe bella), Paolo Rossi (da cabaret), Fabio Concato (non saprei) ed Amalia Grè (per me potrebbe pure rimanere a New York, scusate la cattiveria).


Milva
: il testo è scritto da Giorgio Faletti ed è molto bello (apparte il ritornello), ma bisogna dire che la voce di Milva non mi piace tanto, sembra una di quelle voci che stanno invecchiando (però ha il coraggio di dire la parolaccia). The show must go on 6 – 6 e ½.


Si esibiscono i primi ospiti stranieri di questa edizione, gli Scissor Sister. Piccola curiosità: il loro nome significa letteralmente forbici gemelle, ma in questo caso è il nome di una posizione sessuale. Ovviamente cantano il loro successo I don’t feel like dancing (giusto?), che io ho scoperto grazie a Quelli che il calcio..., cantano dal vivo (cosa che apprezzo molto), mi piace e mi viene voglia di ballare ^_^


Penultimo giro di clip: Fabrizio Moro (so solo che è una canzone che dice ai picciotti di pensare), Fsc (non è malvagia) ed Elsa Lila (tipica canzone sanremese).


Jasmine
: forse qualcuno di voi si ricorda di lei quando cantava con i Sottotono, quando avevo 12 anni mi ha fatto un autografo, è la figlioccia di Renato Zero, adoro i suoi capelli afro ^_^, nello schermo ci sono degli strani ballerini psichedelici, mi piace il ritornello. La vita subito 7.


Ultime clip: Romina Falconi (ha proprio una bella voce), Patrizio Baù (coincidenza, è nato qui a Fribourg), Sara Galimbreti (una milinga, ballo simile al tango) e Pier Cortese (carina).


Simone Cristicchi
: se le sue canzoni parlano spesso di matti, è perché ha fatto il servizio civile in un manicomio. Ha un bel testo e si sente il suo stile. Ti regalerò una rosa 7.


Marco Baroni
: questo giovane fa tre mestieri (operatore ecologico, commesso in un negozio di dischi e cantante), per la canzone non saprei che dire, magari mi piacerà di più con il tempo. L’immagine che ho di te 6 e ½ - 7.


Nada
: sembra cattivo dirlo, ma è invecchiata (ma infondo basta stare bene con se stessi). Alla sua ultima partecipazione, che sarà stata nel 1999, diceva “spaccami le ossa”, bhé diciamo che da allora non mostra la dolcezza. Comunque ai miei piace questa canzone, mah... Luna in piena 6.


Ultimo cambio d’abito per la Hunziker, abito lungo bianco, stretto, spalle scoperte, con un motivo a fiori sulla gonna e degli “strappi” nei lati.

Ed è ora che arriva una grande ospite, Norah Jones. Comincia tutto con un simpatico duetto al pianoforte di una canzoncina per pianisti debuttanti. Non è un’artista che adoro, ma riconosco che ha una gran classe. C’è giusto un piccolo inceppo sul finale, un piccolo problema tecnico nell’ultimo ritornello e alla richiesta di Baudo di rifare giusto il finale per rendere giustizia alla canzone, lei risponde no e se ne va. Spero per lei che la traduzione non sia stata fatta bene, perché sennò vorrebbe dire tutta sta classe non ha.

Arriva il momento di ringraziare la regione Liguria, con la solita cartolina con una penna che disegna la regione (sempre la stessa!).


Stefano Centomo
: devo ammettere che ho un debole per questo ragazzo, ha degli occhi azzurri bellissimi. La sua canzone è più bella quando prende un po’ di ritmo. Bivio 7 e ½.


Mango
: senza dubbio si sente il suo stile. Chissà se nevica 7.


Khorakanè
: per un attimo pensavo che avessero uno stile tipo gli Archinuè (Sanremo 2002), visto l’ora (00:20) è stata una buona scelta quella di metterla alla fine della serata, ha un buon ritmo che impedisce di addomentarsi. La ballata di Gino 6 e ½.


Leda Battisti
: cugina di terzo grado di Lucio Battisti (a questo punto io potrei definirmi cugina di quinto grado di Paolo Conte, comodo no?), per una volta non è vestita da zingara, trucco e parrucco buoni, mi piacciono molto i suoi orecchini ed è ben vestita. Però, parlando di musica... mah... la voce... Senza me ti pentirai 6 e ½.


I giovani che passano il turno sono: Marco Baroni, Stefano Centomo (che sembra un po’ il cocco di Baudo), Jasmine (pensavo si stesse ammazzando, invece ha fatto una capriola) ed i Pquadro.




permalink | inviato da il 28/2/2007 alle 18:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
27 febbraio 2007
Conto alla rovescia



Conto alla rovescia, mancano circa quattro ore all'apertura della 57° edizione del Festival di Sanremo. Per essere esatti comincia alle 21:10. A scuola ho fatto una mega propaganda, chissà, l'anno della conduzione Bonolis, Vincent (un mio ex compagno di classe) ne aveva guardato un pezzetto). I miei compagni italiani è ovvio che ci daranno un'occhiata, ma sono curiosa per gli altri.
Sono impazziente!
Mi riccordo che l'anno scorso qualcuno mi aveva criticata chiamandomi "maestrina" (perché io faccio pure le pagelle), ma non m'importa, io vado dritta per la mia strada e anche quest'anno farò questa maratona. Io scrivo di Sanremo perché lo adoro.
In un blog avevo letto la scaletta delle esibizioni, ma non me la riccordo più, comunque stasera canteranno (non so con quale ordine):
Leda Battisti, Marco Baroni, Simone Cristicchi, Stefano Centomo, Francesco & Roby Facchinetti, i Grandi Animale Marini, Mango, gli Khorakhané, Piero Mazzocchetti, Jasmine, Milva, Mariangela, Nada, Pquadro, Antonella Ruggiero, Daniele Silvestri e gli Zero Assoluto.

Buona visione!

P.S. Le due giurie di qualità sono un po' diverse da quello che avevo scritto nel precedente post, rimane sempre il fatto che non vedo dove stia la qualità, apparte Claudio Coccoluto (deejay) e Maurizio De Angelis (musicista e compositore).




permalink | inviato da il 27/2/2007 alle 17:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
24 febbraio 2007
57° Festival di Sanremo: istruzioni per l'uso (continuo)

Ospiti italiani: venerdì si esibiranno Elisa, Tiziano Ferro, Franco Battiato, Gigi D'Alessio in duetto con Lara Fabien (una cantante francese), Gianna Nannini  e Renato Zero.

Ospiti stranieri: martedì canteranno Norah Jones e gli Scissor Sister, mercoledì si esibiranno i Take That e John Legend, giovedì sarà il turno di Miguel Angel Muñoz, venerdì ci sarà Peneplope Cruz, sabato Joss Stone e Mika.

I duetti di giovedì: giovedì sera i Campioni avranno l'occasione di portare qualche modifica alla loro canzone, per il momenti i duetti previsti sono questi:Johnny Dorelli con il pianista Stefano Bollani, padre e figlio Facchinetti con Anggun, Paolo Rossi con i Tetes de Bois, Nada con Cristina Donà, i Velvet con Francesco Sarcina de Le Vibrazioni, Gianni e Marcella bella con le Former Ladies of the Supremes, Tosca con l'attore e regista Massimo Venturiello, Leda Battisti con Kledi Kadiu e Anbeta Toromani, Mango con Laura Valente, gli Zero Assoluto con Nelly Furtado, Amalia Grè con Mario Biondi e Daniele Silvestri con i Capone & Bungt - Bangt.

La Giuria di Qualità: non so cosa intendino per "qualità", ma per i campioni sarà composta da Alba Parietti, Giancarlo Magalli, Alessandro D'Alatri, Gabriella Pession, Massimo Ghini e Vittorio Caprarica. Invece, per i Giovani sarà composta da Laura Chiatti, Bianca Guaccero, Sergio Assisi, Giorgia Surina Mario Maccarini (su Tv Sorrisi e Canzoni c'era scritto così, ma penso che sia marco Maccarini).

I comici: martedì ci sarà Antonio Cornacchione, mercoledì Ficarra e Picone, giovedì Max Trotora, venerdì Neri Marcorè, sabato Flavio Insinna e forse Luciana Littizzetto

Le informazioni che trovate in questo post e nel precedente sono tutte prese da Tv Sorrisi e Canzoni di questa settimana. Ho già fatto la lista dei Campioni tempo fa e giusto per finire la mia introduzione a Sanremo, questi sono i Giovani: Marco Baroni (L'immagine che ho di te), Patrizio Baù (Peccati di gola), Stefano Centomo (Bivio), Pier Cortese (Non ho tempo), Romina Falconi (Ama), i Fsc (Non piangere), Sara Galimberti (Amore ritrovato), i Grandi Animali Marini (Napoleone azzurro), Jasmine (La vita subito), gli Khorakhané (La ballata di Gino), Elsa Lila (Il senso della vita), Mariangela (Ninna Nanna), Fabrizio Moro (Pensa) ed i Pquadro (Malinconiche sere).




permalink | inviato da il 24/2/2007 alle 18:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa
22 febbraio 2007
57° Festival della canzone italiana (Festival di Sanremo): istruzioni per l'uso. (Riassunto)

Presentano: Pippo Baudo e Michelle Hunziker.

Regolamento: 20 Campioni, la classifica sarà svelata solo sabato / 14 Giovani (dei quali solo 8 in finale), la classifica sarà svelata solo venerdì.

Sarate: Martedì: si alternano 10 Campioni e 7 Giovani, vota la Giuria Demoscopica (dai 14 anni in sù per i Campioni, dai 14 ai 35 anni per i Giovani), 4 Giovani passano in finale. Tutte le altre canzoni (non votate) verranno fatte sentire tramite una breve clip (così non ci saranno più canzoni inedite).
Mercoledì: si esibiscono alternati gli altri 10 Campioni e 7 Giovani, 4 Giovani passano in finale. Le classifiche si vedranno solo in finale (ma perché?).
Giovedì: si esibiscono i 20 Campioni con una versione modificata della loro canzone in duetto con artisti italiani o stranieri. Vota la Giuria Demoscopica e si apre il televoto (164777: costo 0,75 €; sms 48444; max. 7 voti al giorno per utenza).
Venerdì: finale degli 8 Giovani, votano la Giuria Demoscopica composta da 1000 giovani, il televoto e la Giuria di Qualità. Si esibiranno anche 8 Superospiti italiani. Verranno mostrate delle brevi clip delle canzoni dei 20 Campioni. Proclamazione del vincitore dei Giovani.
Sabato: esebizione dei 20 Campioni, votano la Giuria Demoscopica, il televoto e un'altra Giuria di Qualità. Classifica provvisoria. Proclamazione del vincitore dei Campioni.

Dopofestival: presenta Piero Chiambretti accompagnato da Gabriella Germani (attrice comica), Gennaro Cosmo Parlato (cantautore), Marina Deor (modella), e Paolo Zaccagnini (giornalista).

Classifiche finali: i voti avranno un loro peso, 50% la Giuria Demoscopica, 30 % il televoto e 20% la Giuria di Qualità.


Ovviamente ci sono altre 1000 informazioni, ma vi lascio il tempo di digerire ^_^




permalink | inviato da il 22/2/2007 alle 0:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa
9 gennaio 2007
Aspettando Sanremo 2007...

Ecco l'elenco ufficiale dei partecipanti alla 57a edizione del Festival di Sanremo (2007):

Artista                                        Canzone

Albano                                         Nel perdono
Leda Battisti                                 Senza di me ti pentirai
Gianni e Marcella Bella                  Forever (Per sempre)
Fabio Concato                               Oltre il giardino
Simone Cristicchi                          Ti regalerò una rosa
Johnny Dorelli                                Meglio così
Francesco con Roby Facchinetti     Vivere Normale
Amalia Gré                                    Chissà se nevica
Mango                                           "Non ho tempo"
Piero Mazzocchetti                        Schiavo d'amore
Paolo Meneguzzi                           Musica
Milva                                             The show must go on (titolo provvisorio)
Nada                                             Luna in piena
Paolo Rossi                                   In Italia si sta male
Antonella Ruggiero                         Canzone fra le guerre
Daniele Silvestri                              La paranza
Stadio                                           Guardami
Tosca                                            Il terzo fuochista
Velvet                                            Tutto da rifare
Zero Assoluto                                 Appena prima di partire

Dopo tante ore di selezioni, tra le 200 canzoni proposte, queste sono le 20 finaliste della categoria Big (ancora non ho la lista dei giovani), sperando che non ci sia un pentimento per la scelta (nel 2005 Paolo Bonolis aveva scartato Semplicemente degli Zero Assoluto, che hanno avuto la loro giusta vendetta l'anno dopo).
A prima "lettura" m'inspirano le canzoni di Cristicchi, Silvestri, Tosca, velvet e Zero Assoluto.
Qualcuno azzarda un pronostico? ^_^




permalink | inviato da il 9/1/2007 alle 16:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
3 dicembre 2006
Fiona May e Raimondo Todaro vincitori!

user posted image

Il mio "pronostico" lo avevo già fatto nel post del 17 settembre. Ebbene sì, sono loro i campioni della terza edizione di "Ballando con le stelle": Fiona May e Raimondo Todaro!!!!




permalink | inviato da il 3/12/2006 alle 12:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
17 settembre 2006
Ballando con le stelle
La mia coppia preferita (per il momento):

Fiona May e Raimondo Todaro



permalink | inviato da il 17/9/2006 alle 20:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
10 luglio 2006
And the Winner is...





Con questa tastiera malconcia mi sembra quasi di avere le dita amputate, ma lascier; qui solo un paio di pensieri:
1 - Quando Materazzi ha pareggiato ho urlato GOOOOL!!! E sono scoppiata in un pianto liberatorio.
2 - Quando Zidane ha dato la testata sullo sterno di Materazzi, sono scoppiate dalla mia bocca tante, ma TANTE di quelle parolacce che neanche un Hooligan avrebbe potuto fornire una prestazione simile!
3 - Festa tutta la notte a Fribourg! Inno di Mameli a tutto volume, "chi non salta...", ITALIA! ITALIA! ITALIA!...
(Non esiste maggior vendetta per noi italiani esteri, che subiamo tante ingiustizie e che riceviamo tanti insulti gratuiti, vendicati dai CAMPIONI DEL MONDO!)
4 - Ho ancora sul petto il cuore dipinto verde, bianco, rosso, che con l'acqua non va via (ma con il sudire si, infatti il mio pijama ora si tinge di verde, bianco e rosso!).

P.S. Le foto sono state prese su virgilio.it




permalink | inviato da il 10/7/2006 alle 21:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
5 marzo 2006
Sanremo 2006 - quinta serata (finale)

Non vorrei passare per quella che dice "l'avevo detto io!", ma andate a vedere il mio post del 28 marzo e guardate chi, dopo il primo ascolto, aveva il mio voto più alto :)
Inizialmente volevo scrivere subito le classifiche ed i premi speciali, ma è meglio andare nell'ordine.
Ad aprire l'ultima serata della 56a edizione del Festival di Sanremo è un uomo in frack che canta L'uomo in frack, omaggiando il grande Domenico Modugno. Quest'uomo è Giancarlo Giannini, che nonostante sia un attore italiano, avrà un ruolo nel nuovo film di 007.
La scenografia subisce qualche cambiamento, al posto della chiave di violino (oppure orecchino di Moira Orfei) compare una palma ed un leone d'orati.
Dopo gli abiti di Dolce & Gabbana della quarta serata, nell'ultima serata sono protagonisti gli abiti di Giorgio Armani. Panariello ha indossato tutti smoking Armani, gli abiti di Ilary Blasi sono stati curati da Valentino ed a Victoria ci ha pensato Miou Miou.
La serata comincia con i ringraziamenti e le lodi delle due vallette a Panariello: per lui una torta di Dante Ferretti (l'uomo vittima di tante critiche e battute... è lui l'uomo Oscar della scenografia!) una Happy Festival to you cantata da Ilary.
Ad aprire la finale è Povia, di nuovo vestito elegante, io adoro il suo stile fiabesco, però all'inizio sembrava che non fosse felicissimo, gli mancava qualcosa nello sguardo e non gli andava neanche tanto di scherzare dopo la sua esibizione. Un po' lo capisco, infondo lo davano spacciato contro Zarrillo. Avrà delle belle sorprese...
Michele Zarrillo ha una bella canzone ed in quel momento ho pensato "se vince lui, non faccio polemiche: ci sta"...
Arriva il primo dei super ospiti, Andrea Bocelli, un breve commento basterebbe: che voce! Canta la canzone che l'ha fatto esordire a Sanremo, dopo di che arriva al suo fianco Christina Aguilera (Bocelli la definosce "voce d'angelo") e cantano una canzone in spagnolo (il titolo potrebbe essere "Somos novios", ma non lo so). Il Grande Ufficiale, nominato da Ciampi, conclude la sua apparizione cantando la canzone delle Olimpiadi.
La gara continua con con i Nomadi. Siccome so che i militari italiani in missone all'estero seguono il Festival, mi chidevo cosa pensassero loro di questa canzone.
Gli Zero Assoluto meritano un complimento: sono in finale e gareggiano contro i Nomadi. Matteo e Thomas sono pure dei ragazzi carini, la canzone piace pure ai miei, cosa vogliamo di più?
Fa la sua entrata Virna Lisi, sarà lei la premiatrice, alla fine della serata passerà il premio al sindaco di Sanremo, che lo passerà al vincitore assoluto. Ricordo il fatto che c'era solo il televoto, quindi è stato il pubblico e decretare il vincitore (per evitare polemiche).
Secondo super ospite, nominato da Ciampi Commendatore della musica, Eros Ramazzotti che esegue inizialmente un medley dei suoi successi sanremesi e dopo ci regala delle emozioni gradissime, duettando dal vivo con la stupenda Anastacia. Che teneri che sono: accennano un lento e finita la canzone si danno un bacio. Possiamo dirlo: questo è il Festival dei baci!
La categoria Donne torna. DolceNera ha un look per la finale che amo (era ora!).
Via la frangia, Anna Tatangelo commette solo un piccolo errore: nella canzone dice che "essere una donna non vuol dire riempire solo una minigonna" e non mi sembra che con quel vestitino corto rappresenti al massimo quello che canta. Non tolgo il fatto che sia una ragazza carina, ma non mi convince...
Terza super ostite, l'unica donna italiana che ha vinto il Grammy, anche lei nominata Commendatore della musica da Ciampi, Laura Pausini ci ha regalato tante emozioni. Inizia con un medley delle sue canzoni più famose, per poi esibirsi con il suo nuovo singlo dedicato interamente alle donne. Di stada ne ha fatta tanta e con il tempo la voce è anche maturata, canta veramente bene ora. L'unico mio rimpianto è che non c'è stato il duetto con Michael Bublé... niente di irrimediabile visto il finale che ci hanno regalato lei e Ramazzotti...
Finalmente arrivano i Giovani, Simone Cristicchi canta "ilalà, ilala, ilala, ilalà" e questo "ilalà" lo cantano pure i miei! Mi è venuto solo un dubbio: se non foss stato il cantante di Vorrei cantare come Biagio e di Studentessa universitaria, la giuria l'avrebbe promosso al primo ascolto? Comunque si vede quando parla che è un bravo ragazzo.
Cosa pensate di Riccardo Maffoni? E mi chiedo come sarebbe la sua canzone arrangiata e canatata da Ligabue.
Sono le 23:50 ed arriva il primo STOP ALLA TELEFONATE.
Passiamo ai primi premi.
I Negramaro, subito eliminati l'anno scorso, ricevono il Premio della Siae per il successo ottenuto ques'anno.
Vince nella categoria Giovani: Riccardo Maffoni (io non l'avrei mai pensato), commosso e rintronato, vince anche il Primio della regione Liguria
Vincono nella categoria Gruppi: i Nomadi (non c'era dubbio)
Vince per la categoria Donne: Anna Tatangelo???! DolceNera data come vincitrice del Festival, fa un po' come se non fosse niente, invece si vede la delusione.

Vince nella catogoria: Povia! Zarrillo un attimo prima parlava come se avesse già vinto e ora ci ramene male. Io ho fatto un urlo dallo stupore: Zarrilo anche lui era dato per vincitore.
A mezzanotte e mezza riprende la finale, Ilary Blasi estrae delle palline che contengono i nomi degli artisti per decidere l'ordine in cui canteranno i finalisti rimasti: Povia, Anna Tatangelo, Riccardo Maffoni e Nomadi.
Tornano la Pausini e Ramazzotti per omaggiare nuovamente Domenico Modugno e cantano Nel blu dipinto di blu, più conosciuta come Volare ed Eros chiede "liberate Tommaso".
Premio dei Giovani: Simone Cristicchi.
Premio della sala stampa, radio e tv: Nomadi.
Premio della critica Mia Martini: Noa, Carlo Fava e i Solis String Quartet.
Vincitore assoluto della 56a edizione del Festival di Sanremo: POVIA.
E' super emozionato, talmente tanto che quando ricanta la sua canzone si dimentica la prima strofa. Molto tenero quando fa la dichiarazione d'amore alla sua compagna.

Alla fine il mio verdetto è che questo Festival mi è piaciuto e c'è pure una morale a tutto questo: non dire gatto se non ce l'hai nel sacco! ^_^




permalink | inviato da il 5/3/2006 alle 12:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (13) | Versione per la stampa
4 marzo 2006
Sanremo 2006 - quarta serata (semifinale)

Stasera ci sarà la finale del Festival di Sanremo e sarà il pubblico da casa a decretare il vincitore. Infatti, stasera non ci sarà più la giuria demoscopica, ma ci sarà il televoto. Questi gli artisti rimasti in gara ed il loro codice, potete mandare un SMS al numero 48404 + codice:
Anna Tatangelo 12
DolceNera 08
Michele Zarrillo 06
Nomadi 14
Povia 04
Riccardo Maffoni 25
Simone Cristicchi 21
Zero Assoluto 18

Per quanto riguarda la serata di ieri, i duetti speciali hanno migliorato la maggior parte delle volte le canzoni, anche se certi abinamenti erano proprio strani.
Michele Zarrillo canta insieme a Tiziano Ferro, mio padre ha adorato questo abinamento, il ragazzo di Latina ha una bella voce ed anche se non siamo proprio abituati a sentirlo in questo genere di musica, penso che sia stata comunque una bella esibizione. Zarrillo era tranquillissimo, invece Tiziano Ferro era emozionatissimo.
Povia ha deciso di invitare un artista che è stato scartato: Baccini. L'unico direttore donna del Festival era sul palco con loro e suonava il violino. Per questa serata Povia ha lasciato da parte il suo look casual, lui e Baccini sembravano il buono ed il cattivo, ma mi hanno divertita. Povia era felice come un bambino e Baccini molto emozionato (quasi commosso). Lungo abbraccio fraterno.
Secondo me Ron avrebbe dovuto cantare la sua canzone con Tosca dall'inizio, la sua è una delle voci italiane più belle e se avessero cantato insieme, la canzone sarebbe stata più bella. Cosa gli è venuto in mente quando ha invitato Loredana Berté non lo so, hanno fatto il verso alla Oxa e alla fine si sono dati un bacio (appassionato!).
A questo punto Panariello ha fatto un appello ai rapitori del piccolo Tommaso, 17 mesi e molto malato. Speriamo che questa storia finisca presto e bene...
Alex Britti ha portato all'Ariston la sua Britti Blues Band, nella quale si riconosce Max Gazze. Siccome c'è un problema tecnico, per perdere tempo, della serie "i miglori anni della nostra vita", Alex racconta la storia di questo gruppo d'amici (dal '92). La cosa positiva è che mi hanno fatto ripensare ai concerti d'estate che andavo a vedere quando vivevo a Rimini.
Ad accompagnare i Nomadi c'era il professore Roberto Vecchioni, ma non mi è sembrato che la cosa abbia portato chissà quale cambiamento. Comunque, credo che questa possa essere una canzone che passerà alla storia (figurati se non verrà utilizzata per le manifestazioni in città). La giacca-kimono è stata rimpiazzata da una giacca in pelle marrone.
Gli Zero Assoluto sono stati accompagnati da Niccolò Fabi. L'ho trovato un po' ingrassato, la canzone mi piace sempre di più e con le strofe a due voci è ancora più bella.
Arriva il primo ospite Orlando Bloom, ragazzo carino e simpatico. Attori si nasce: il signorino, prima di girare Il Signore degli anelli, non era ancora diplomato in recitazione. Possiamo definirlo un uomo tutto d'un pezzo eh eh, infatti la lista delle ossa che si è rotto era interminabile (ed io che oensavo d'essere anormale: sempre rotta o malata!). La scenetta con la Cabello... avrei voluto esserci io al posto di Victoria quando ha preso Bloom alla sprovvista, dandogli un bacio mozza fiato!
Hanno scelto di aggiungere un po' d'ironia gli Sugarfree chiamando con loro Flavio Oreglio. La canzone mi piace sempre di più e le poesie catartiche s'inserivano bene (cioè andavano bene con il tempo della canzone).
Gigi Finizio e i ragazzi di Scampia hanno avuto la partecipazione di Tullio De Piscopo, al quale dovrei chiedere scusa. Quando alla fine della canzone se n'è andato via facendo una smorfia, ho pensato che fosse un altro capriccio alla Anna Oxa... ora mi sento in colpa, perché c'era una buona ragione per partire via subito. Circa cinque minuti prima dell'esibizione gli è morta la madre. Per quanto riguarda la canzone, ora che ho smaltito le mie polemiche mi piace.
Alberto Radius e Ricky Portera, due dei Formula3, hanno suonato per Anna Tatangelo. A forza di sentrila ora l'ho madata giù questa canzone, ma rimane il discorso che la Tatangelo on mi convince. Quando Panariello alla fine della serata l'ha annunciata tra i promossi, in sala si sono alzati tanti fischi, infatti, anche secondo me meritava di più Simona Bencini, che invece ha ricevuto un grande applauso.
Altro ospite, il 90enne Arnoldo Foà, che tra una battuta e l'altra, gli da della schifezza come presentatore a Panariello, ma poi gli dice comunque che lo ammira per aver accettato Sanremo.
Un po' d'atmosfera "piano bar" per Nicky Nicolai, con suo marito Stefano Di Battista al sassofono e Giovanno Allevi al pianoforte... un po' di Jazz. Curioso... quando Panariello chiede di fare il verso del bus con il sassofono, Di Battista esegue il suono della sirena di una nave.
Apro una piccola parentesi per il secondo abito di Ilary Blasi, un abito lungo d'orato e con lo strascico.
DolceNera porta un po' di Vasco Rossi, esibendosi con Maurizio Solieri (correggetemi se sbaglio). Finalmente la canta un po' più "semplice", così la canzone è più bella.
Simona Bencini è stata eliminata ingiustamente, ma è stato bello poter vedere un'esibizione da "donne del soul" con Sarah Jane Morris, mi piace questa canzone.

Per i Giovani non ci sono i duetti (perché?... è ingiusto!) e cominciano a cantare solo a mezzanotte.

La canzone della sanremese Monia Russo è carina, avrebbe fatto meglio a mettersi dei pantaloni bianchi invece di quella gonna corta ed in più non sa muoversi. Addirittura ad un certo punto alza il ginocchio ed in un secondo "si vede in mondo" come direbbe una mia amica!
Tiziano Orecchio si presenta di nuovo con il pupazzeto, che però gli porterà meno fortuna di giovedì. Nel ritornello mette di più in risalto la sua bella voce.
Ora trovo più carina la canzone di L'Aura rispetto al primo ascolto e penso che avrà successo. Non mi piace solo quel "mentale" pronunciato alla fine. La balbuzia di mercoledì era data solo dal fatto che era emozionata.
Dopo aver cambiato microfono Simone Cristicchi può cominciare. Comunque lui è un po strano, ma lo dico simpaticamente. Sarà un successo.
Helena Hellwig si ritrvova il cognome sempre storpiato dalle vallette (si pronuncia alla tedesca, non all'inglese). La sua voce ricorda leggermente quella di Giorgia (mica male) e la canzone è stata scritta da Mango. Dedica la canzone al padre che non ha mai conosciuto.
Riccardo Maffoni è l'ultimo a esibirsi e ammetto che la sua canzone non mi fa impazzire. La sua faccia mi ricorda qualcuno, sembra un tipo un po' smarinato, ma penso che sia l'ora a darmi questa sensazione.

Tutti gli artisti sono invitati sul palco. Meglio così! E' un gioco... Alle 24:45 danno lo stop al televoto e Panariello propone per la finale, di eseguire i brani in unplagged (voce e chitarra).
Arriva l'ultimo ospite, Gavin De Graw: EVVIVA! Finalmente un cantante internazionale che canta DAL VIVO! Americano, ma la voce è bella per davvero (niente a che vedere con i bamboccini che sanno cantare solo "nel CD).




permalink | inviato da il 4/3/2006 alle 12:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa
3 marzo 2006
Sanremo 2006 - terza serata

"ma ti piace proprio fare la maestrina dando tutti i votini? Ma chi ti ha chiesto di darli? Mi fai una pena!" questo è un commento di pantelleria e sinceramente a me non m'importa niente che si dica questo di me. Maestrina? Bhé... andate un po' dai giornalisti della Gazzetta dello Sport che ogni volta dopo la partita danno i voti ai calciatori e trattateli di maestrini e vediamo cosa vi dicono. Io l'ho già detto, per me Sanremo è una passione e questo è un modo per esercitarmi nel giornalismo. Sogno di poter fare un mestiere che amo da grande: la cantate (partendo proprio da Sanremo) o la giornalista... se inseguire i propri sogni è una cosa penosa vi lascio commentare. Dopo questo piccolo sassolino tolto dalla scarpa, fatto perché non c'era il link e di cercare il suo blog per regalargli una visita non m'andava tanto, torno al mio racconto delle serate sanremesi.

Apre la terza serata Pieraccioni, grande amico di Panariello, che in qualche modo viene in suo aiuto per cercare di tirar un po' sù le sorti del Festival. Posa sul palco un mazzo di fiori (verdi??) e fa la sua prima battuta dicendo che questo palco gli sembrava "marmo di Carrara". Il suo monologo iniziale è esilarante e la principale vittima è Anna Oxa. Segue lo sketch con Cateno, il suo fratello un po' goffo e timido che sogna d'incontrare Ilary Blasi. Quando se ne vanno, Ilary Blasi rimane sola sul palco a presentare la prima cantante. Panariello tiene un po' sulle spine il pubblico o almeno era quella l'inteznzione, ma più tardi si rifarà vivo.
Simona Bencini ha un look che amo e comincia a piacermi anche la sua Tempesta.
Ma perché non parlare di Vanessa Hessler, la modella italo-americana, nata il 21 gennaio 1988?
I Nomadi ricantano la loro canzone, il cantante mette di nuovo la sua giacca-kimono nera, tanto che Panariello ci scherza sù chiamandola giacca da Gheisha. Gruppo storico che ha molto successo in Italia... se lo merita tutto!
Gli abiti della serata sono firmati Gonfranco Ferré. A Marta Cecchetto spetta la stessa sorpresa che era toccata ad Ilary martedì: accanto al direttore della Rai Del Noce c'è Luca Toni il suo fidanzato (da più di 8 anni!). Lui ha stampato sul viso un sorriso a mille denti vedendola, mentre lei il massimo del entusiasmo dice: "Ah. Ciao".
Il 6 e 1/2 che avevo dato l'altra sera ad Alex Britti è un po' severo, ma ci vorrà ancora un po' di tempo... forse la sua canzone un giorno mi piacerà. Durante la sua esibizione, per un attimo vengono inquadrate le violiniste, che nei capelli hanno uno splendido cerchietto brilluccicante.
C'era un programma su Mtv, di cui non ricordo il nome, dove si vedevano dei pupazzeti di pongo all'immagine di personaggi famosi, che combattevano sul ring. Chissà cosa darebbe l'incotro John Cena vs Pippo Baudo? Questo è quello che è stato proprosto ieri sera, ma ci vuol poco per far mettere giù la maschera a Panariello. Come John Travolta (il padre si chiama Salvatore Travolta), anche John Cena ha origini italiane (padre italiano del sud, madre italo-francese) e mi sorge una domanda: ma gli italiani all'estero, la lingua di Dante, non la insegnano più ai loro figli? Comunque è stato abbastanza simpatico.
Per Spagna non ho niente di particolare da dire.
Li ho scoperti un po' tardi, ma gli Zera Assoluto mi piacciono, ma sono rimasta stupita del verdetto finale...
Ad un certo punto Panariello presenta una cantante, Assunta DeSenis, già ero nel panico perché non sapevo chi fosse, quando spunta fuori Carlo Verdone. Ovviamente viene al Festival con il suo pupillo Silvio Muccino. Ora lui fa con Silvio quello che Alberto Sordi fece con lui.
Non metto in dubbio le doti canore di Michele Zarrillo, ma sono troppo abituata ai suoi vecchi successi e non riesco ad abituarmi al suo Alfabeto degli amanti.
DolceNera indossa una cravatta rossa che mi piace tanto, sotto la maglia rossa ha una maglietta verde-grigio militare con un colletto alto: sarabbe stato meglio una camicia di quel colore, senza la maglia rossa. Canta meglio senza troppo esagerare con la voce rauca.
Boom! Quando Noa, Carlo Fava e i Solis String Quartet stanno per cominciare la loro canzone si sente uno scoppio. Dopo 13 anni vorrei parlare anch'io l'israeliano come lei parla l'italiano! Brava e voce stupenda. Viene a piedi scalzi e quando Panariello le dice che ha delle calzature belle, lei rospnde come un "Dio desiner".
Ultimo Big della serata a cantare, Luca Dirisio ha una canzone molto carina, troppo carina per essere una lettera d'addio alla propria amata. Mi piace il suo look giacca, cravatta e jeans.

Arrivano i Giovani che ieri sera mi sono piaciuti meno dei primi sei di martedì.

L'Aura: Irraggiungibile - "caricato" il pianoforte comincia la sua esibizione, lo definirei "canto sillabico", ma poi mi è venuto il dubbio che fosse balbuziente. Il ritornello è carino, sbaglio o ha un tic agli occhi?
6 e 1/2

Riccardo Maffoni
: Sole negli occhi - l'inizio con la chitarra è carino, ma ho l'impressione che la sua voce somigli già a quella di un altro cantante
6 e 1/2

Ameba4
: Rido... forse mi sbaglio - il testo della loro canzone è breve, a mezzanotte la voce del cantante è leggermente soporifera, ma la batteria nel ritornello risveglia gli animi. "Rido di tutto, non voglio capire" questo verso mi rappresenta abbastanza bene. Magari avranno successo, ma per ora per me è un
6 e 1/2

Arrivano "le medaglie" delle Olimpiadi di Torino, un lungo applauso ed una standing ovation meritata. Gli sport che praticano questi ragazzi sono chiamati "minori" e non lo trovo giusto, io adoro il calcio, ma vorrei più spazio per questi sport (almeno quand'è stagione!). Curioso l'italiano di Armin Zoeggeler, diciamo che è italiano quanto mia madre (scherzo).

Ivan Segreto:  Con un gesto - mi è sembrato di capire che ha fatto qualche canzone si successo, purtroppo è la prima volta che lo sento. A proprio dei bei occhi, ha una voce niente male, ma ammetto che non ho capito niente del testo della canzone
6 e 1/2

Andrea Ori
: Nel tuo mare - ha una voce particolare (tipo quella del cantante degli Stadio)
6 e 1/2

Con un abito lungo d'orato bellissimo, ecco sul palco Maria Grazia Cucinotta che pubblicizza il film "All the invisible children", ve lo consiglio, anche perché sono sempre per gli scopi benefici. Per me che amo i bambini, le immagini che ho visto sono tristissime.

Tiziano Orecchio: Preda innocente - bellino l'orsacchiotto portafortuna datogli dalla fidanzata, l'inizio della canzone è bassissimo (io non ce la farei ad arrivare così basso), dei Giovani della serata è stata la più bella canzone
6 e 1/2 - 7

L'ultimo ospite è Shakira, ma mi chiedo come mai con l'orchestra di Sanremo lì, tutti gli ospiti cantanti cantino in playback. Complimenti per la sua associazione benefica "Piedes Scalzos" (qui non sono sicura del nome... è Panariello che lo pronuncia!), ma non mi piace che Shakira dica che è timida, che si vergogna quando la madre guarda i suoi video clip e poi si muove come fa proprio nei video. Allora se continua a ballare così, non dica certe castronerie.

Gli eliminati della terza serata sono Luca Dirisio, Spagna, il gruppo di Noa (pensavo avrebbero eliminato gli Zero Assoluto!), Andrea Ori, Ivan Segreto e gli Ameba4.
Trovo triste che alla fine, nel backstage, si vedano subito gli artisti qualificati senza un minimo di suspence, perché gli eliminati sono già via! Complimenti a Mario Venuti ed a Spagna che invece sono rimasti a prendere l'ultimo applauso.
La terza serata finisce sempre più tardi (si sono fatte le 1:30), ma almeno il pubblico in sala è stato più partecipe.




permalink | inviato da il 3/3/2006 alle 12:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa
2 marzo 2006
Da Sanremo a Ginevra

Sono tornata circa un'ora fa a casa, sono stata tutta la giornata al Salone dell'Automobile di Ginevra, dove non è mancata la mia tradizionale tappa allo stand della FIAT. La mia macchina preferita? In generale amo la Fiat Panda color celeste, ma oggi la più bella era la nuova Ferrari (365 Fiorano? Non so il nome, ma era la nuova). Gli stand più belli... bhé, io amo tutto quello che è luccicoso e quello era il mio regno, posso dire che lo stand della Renaud era molto carino con il praticello ed i fiorellini ^_^
Ci vado tutti gli anni, senza mai essere delusa, ve lo consiglio...
Piccola parentesi sulla nazionale: ieri abbiamo stravinto, ma contro una squadra in crisi... non è una vera prova, mi auguro che ai Mondiali le cose vadano bene, Toni e Gilardino giocano bene insieme, ma certi passaggi lunghissimi con una squadra come il Brasile non funzionano (nel senso che non ce lo vedo Gilardino driblare Roberto Carlos).
Stasera torna Sanremo e domani mattina scriverò l'articolo sulla terza serata.
Buona serata




permalink | inviato da il 2/3/2006 alle 20:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte

Grafica by Gemelle_Glitter/



IL CANNOCCHIALE